Cellulite: i nuovi ritrovati.

La prova costume incombe e la paura di non risultare adeguate pure. Ogni anno la stessa storia: si punta sulla simpatia. E la cellulite ci fa compagnia. Cosa fare per combatterla?

Per vincere la battaglia con la antipatica buccia d’arancia non basta sbaragliarla col trucco o coi pareo, perché lei resiste imperterrita. Ci sono tanti metodi che aiutano a farla diminuire, ma non a farla sparire definitivamente, specie quando è stratificata. Soprattutto, munitevi di pazienza, tempo e costanza, in quanto non esiste una bacchetta magica in grado di farla volatilizzare.

Ogni stagione, prima di scendere in spiaggia in bikini, le aziende cosmetiche e farmaceutiche ci bombardano con le pubblicità ai loro prodotti, ma davvero funzionano?

La mia esperienza nel campo, mi ha dimostrato che i fanghi d’alga guam e somatoline in bustine, funzionano per la riduzione della cellulite, però solo se le usate correttamente seguendo le indicazioni sulla confezioni, perciò ve li consiglio, si. Provare per credere.

La vera rivoluzione, il vero cult del 2017 è la coppetta anticellulite. Stando alle recensioni, che si trovano in giro sul web, pare funzioni davvero. E la cosa più interessante è che è pure economica. Inoltre è un trattamento fai da te, che non necessita di mani esperte ma solo di forza di volontà nell’applicazione.

L’originale si chiama SLIM CUP, ed è una coppetta di silicone adatta per combattere gli inestetismi della pelle. Come si usa? Bisogna premere e schiacciare sulla zona da trattare. Più premete maggiore sarà l’effetto pull-up, ovvero di andare in profondità fino al tessuto connettivo, dove si genera appunto la cellulite. Una volta creato l’effetto sottovuoto, dovete far scorrere la coppetta dal basso verso l’alto. Bastano 8 minuti per tre volte a settimane.

Dopo il primo mese si vedono già i risultati. Le statiscono parlano di un 30%/35%. Prima però di applicare la coppetta mettete un olio, meglio se di mandorla.

Dopo l’applicazione di 8 minuti, bevete due bicchieri d’acqua per smaltire le tossine liberate.

Oltre alla coppetta cos’altro potete fare? Seguite le nostre indicazioni:

  • Massaggi linfodrenanti, se avete la possibilità di spendere;
  • Attività fisica, specialmente se vi dedicate alla camminata veloce 4 volte a settimana per 30 minuti. Oppure datevi al nuoto, anche 1 ora tre volte alla settimana basta;
  • Integratori naturali e specifici;
  • Corretta alimentazione. Evitate insaccati, fritti, zuccheri e il sale. Però non mettetevi a dieta drastica, pensando di fare una cosa buona, perché questo tipo di dieta impoverisce la massa magra, i tessuti cedono e la cellulite attacca;
  • Un bagno al sale marino. Per drenare pare funzioni molto bene, per riattivare la micro circolazione. Un trattamento che va fatto per tre settimane. La prima settimana, 15 minuti di bagno nella vostra vasca di casa, 3 volte con 1 kg di sale. La II settimana, 20 minuti, 1,5 kg e 3 volte. La III, mezz’ora, 2 volte a settimana e 3 kg.

Ora, scegliete voi Trattine!

xoxo Marylla

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *