L’estate: il momento perfetto per adottare un cucciolo

Ebbene sì, miei cari amanti degli animali. Il momento migliore per adottare un cane è proprio l’estate! Vi starete chiedendo “Ma che dice, questa? C’è caldo, ci sono le vacanze, c’è la spensieratezza…” ma ho da porvi una domanda…

Un figlio lo fate quando siete pieni di impegni o quando avete un momento più sereno nella vostra vita? Se si può scegliere sappiamo tutti qual è la risposta migliore.

I cani, come i bambini, come i gatti, come tutte le creature innocenti, devono essere seguiti, accuditi, ma soprattutto educati! E l’estate è il momento migliore proprio perché siamo in vacanza! Proprio perché abbiamo più tempo da dedicare loro.

Il primo fattore determinante è proprio la fiducia che si instaura tra chi se ne sta prendendo cura, che sia allevatore o volontario, e chi lo adotta. Il pericolo che il cane adottato a Natale, come regalo per i bambini, o in un momento qualunque dell’anno, possa avere poi come casa la strada una volta arrivata l’estate è elevato, a dir poco. Perché la consapevolezza manca a molti e l’iniziativa presa proprio in un momento in cui gli animali domestici in giro per l’Italia vengono abbandonati è più incisiva.

Inoltre è soprattutto un fatto di praticità e razionalità. Il cucciolo, soprattutto all’inizio, ha bisogno di essere seguito. Deve ambientarsi, familiarizzare con la sua nuova casa o spesso in generale con la casa, dipendentemente da quelle che sono state le sue condizioni di vita precedenti. Imparare a fare i bisognini fuori o nei luoghi appositi. Rispettare gli spazi, imparare i vostri rimproveri.

Ci vuole del tempo, perché un cane non è un giocattolo ma una responsabilità, è una vita che si aggiunge al nucleo familiare, e siccome a lavoro non puoi chiedere la maternità per il cane, forse è meglio adottarlo quando hai un po’ più di tempo per seguirlo, no?

Adottate i cani in estate! Che per strada ce ne sono di più e voi non vi perderete un attimo della sua scalata verso l’età adulta… se mai possono definirsi tali! Eterni bambini con i quali le basi da costruire sono, però, fondamentali per la convivenza futura.

Buona adozione,

Alessia.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *