Recensione: “Il diario dei miei errori” di Lesley Jones edito Newton Compton.

«Perchè questo…» e indicò la sala vuota «questo nulla…
questo spazio vuoto in cui lei dovrebbe essere, mi sta uccidendo,
piano piano, giorno dopo giorno. Sto morendo.»

Il diario dei miei errori.

Rieccomi carissime lettrici per recensire il terzo volume di questa serie.  Ho già recensito i primi due volumi “La nostra storia segreta” e “Io senza te” che potete trovare qui e qui Senza perdere ulteriore tempo ecco a caldo le mie impressioni su “il diario dei miei errori!”. Buona lettura!

Trama:

Vuoi sapere cos’è successo davvero in quella stanza d’albergo a Parigi?
Vuoi sapere se le voci sulle avventure di Marley e Sean erano vere?
Abbiamo visto Georgia cadere a pezzi, ma cos’ha passato Sean nei quattro anni in cui sono stati separati?

Marley ti darà le risposte che cerchi, ma potrebbe spezzarti il cuore.
“Vogliono che scriva un libro, eh? Vogliono sapere tutto sulla mia band, sulla mia vita, sui miei amori e sulle mie sconfitte. Ma non hanno idea di quel che mi stanno chiedendo. Se do loro quello che vogliono, avranno molto di più di sesso droga e rock ‘n’ roll. Avranno i segreti che ho mantenuto tanto a lungo, vedranno chi sono veramente, o almeno ciò che ero. Pensano di conoscere la mia storia, ma non sanno niente. Se lo faccio, se scrivo onestamente e racconto la cruda verità, qualcuno si farà male.
Persone che amo, persone che hanno già sofferto moltissimo. Lo faccio o mi tiro indietro? Portandomi i miei segreti nella tomba?”

Recensione:

Questo terzo capitolo viene narrato da Marley, il fratello di quella che è stata, fino ad adesso, la nostra protagonista Georgia, e il migliore amico di Sean. Il libro si rivela essere davvero una sorta di diario in cui viene raccontato tutto quello che è successo a Parigi e anche molto di più. Finalmente abbiamo tra le mani qualche risposta ai nostri dubbi e vengono spiegati molti avvenimenti che avremmo voluto conoscere. Marley era senza dubbio il personaggio perfetto per descrivere questo mondo fatto di sesso, droga e vizi.

Come farà a farci conoscere questi dettagli? Scrivendo un libro.
Il rischio nel farlo è davvero elevato, Marley infatti ha paura di ferire maggiormente sua sorella Georgia portando a galla avvenimenti che dovrebbbero essere già sepolti da un bel po’ di tempo, ma decide comunque di mettersi in gioco e scrivere tutti i ricordi che lo legano a Sean, alias Maca, durante la loro fama da band super richiesta. Ovviamente ritornano gli abusi di alcol e droghe, una costante eccessiva che seppure giustificata durante l’adolescenza lo diventa meno quando nei capitoli attuali un uomo adulto con figli ancora adolscenti ne fa ancora uso.

Il romanzo tratta di due argomenti, da una parte il racconto della crescita e il successo della band legato anche al rapporto di Sean e Georgia, questa parte infatti ci rivela degli aspetti che non avevamo mai visto nei precedenti libri, e una parte l’evoluzione della storia tra Marley e Ashley e credo che questa sia stata la parte più importante e interessante del romanzo in quanto non avevamo ancora saputo molto sulla loro unione. Marley sostanzialmente rimane lo stesso ragazzo di prima anche se pssiamo dire che dalla presenza di Ash il suo comportamrnto in fattore di donne è decisamente mutato.

Il romanzo è scorrevole come sempre, ho riscontrato meno errori e tutto sommato la lettura è stata piacevole e curiosa. Mi sento quindi di consigliare il libro a chiunque abbia già letto i primi due, ci saranno delle scoperte davvero interessanti. Per terminare non mi resta che darvi appuntamento al volume successivo e conclusivo “Quello che non mi hai mai detto” e chissà, forse troveremo altri segreti in questa travagliata storia d’amore.

Linda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *