Buongiorno,

Oggi vi “rivelo” una ricetta della tradizione Romagnola. Sto parlando della Brazadela, in dialetto, ovvero della ciambella. Contrariamente a quanto ci si aspetta quando si pronuncia la parola ciambella, questo dolce non ha il buco centrale. Eh sì, una ciambella senza buco ma buonissima 😉

La ricetta di questo dolce mi è stata donata dalla nonna di mio marito, quindi vi assicuro che è la ricetta originale di questo tradizionalissimo dolce romagnolo. Non è assolutamente difficile da fare, ma ci vuole occhio e una certa manualità. Di sicuro è una ricetta molto golosa, la Brazadela infatti è ricoperta da granella di zucchero.

Andiamo a vedere gli ingredienti, che ne dite? 🙂 Prima però guardate bene questa foto, è così che dovrà essere la vostra ciambella:

12049622_10203912922297218_8744421745176872298_n

 

Ingredienti:

  • 500gr di farina 00
  • 2 uova medio/grandi
  • 1 bustina di lievito
  • 250gr di zucchero semolato
  • 100 gr di strutto
  • La scorza di 1 limone
  • Latte q.b.
  • Zucchero in granella per la decorazione.

Preparazione:

Aggiungete alla farina le uova, lo zucchero semolato, lo strutto, il lievito e la scorza di limone. Iniziate ad impastare fino ad amalgamare lo strutto, a questo punto aggiungete il latte a filo fino a che non avrete ottenuto una consistenza quasi cremosa.

Foderate una teglia con della carta forno e versatevi il composto dandogli la forma ovale allungata, ma non troppo precisa. Cospargete la superficie con la granella di zucchero e infornate a forno già caldo per circa 30 minuti a 180 gradi.
Sfornate la ciambella lasciandola raffreddare su una gratella da forno. Quando si sarà raffreddata potrete servirla tagliandola a fette.

Ottima per la merenda, ma anche per la colazione… magari tocciata nel tè o nel latte!
Se disposta in un sacchetto ben sigillato si mantiene morbida anche per 1 settimana.

Questa ricetta mi ha permesso di conoscere il grande Chef Bruno Barbieri 🙂

 

Cinzia La Commare – In Cucina Con Cinzia

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *