Oggi affrontiamo un lievitato!

Molti hanno “paura” dei lievitati, perché sono delicati.  Perché se sbagli le dosi, o un passaggio, non lievitano. Perché se apri il forno nel momento sbagliato si sgonfia, o non si gonfia affatto se non attendi i giusti tempi per la lievitazione. Ma credetemi, non è così difficile come può sembrare. Realizzare questa focaccia, seguendo la mia ricetta, vi sembrerà un gioco da ragazzi!

WP_20150602_19_14_17_Pro

 

Partiamo dagli ingredienti per realizzare tutta la bontà della classica focaccia aromatizzata al rosmarino, ma integrale!

Ingredienti:

  • 200gr Farina di grano tenero integrale (biologica)
  • 200 gr farina manitoba
  • 36gr d’olio extravergine d’oliva
  • 1 bustina di lievito liofilizzato (va bene il lievito mastrofornaio)
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 1/2 cucchiaino di sale fino
  • 1 cucchiaio di strutto
  • 220ml d’acqua tiepida

per il condimento (della superficie)

  • Olio d’oliva,
  • acqua,
  • sale
  • rosmarino fresco.

 

Preparazione:

Iniziate con il mescolare alle due farine, precedentemente setacciate, tutti gli ingredienti tranne il sale e impastate per una decina di minuti con una planetaria, quando i liquidi saranno assorbiti dall’impasto, aggiungete il sale e impastate per altri cinque minuti fino ad ottenere un panetto elastico ed omogeneo. Fate lievitare la vostra focaccia all’interno di una terrina per 2-3 ore coperta da canovaccio umido. Fino al raddoppio.

Trascorso il tempo di lievitazione adagiate il vostro panetto su una teglia da forno che avrete precedentemente foderato con carta forno. Con le mani appiattite la focaccia e formate i buchi pizzicandola con le dita unte d’olio. Cospargete la superficie della focaccia con olio diluito con acqua, spolverate con poco sale e aggiungete il rosmarino fresco. Lasciate lievitare la focaccia per altri 20 minuti, intanto riscaldate il forno. Infornate la focaccia con forno statico a 200° per 25-30 minuti. Servite calda.

Buon appetito!

Cinzia La Commare – In Cucina  Con Cinzia

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *