Gelato al gelso nero, il frutto “dimenticato”

con coni di cialda home-made

Bentrovati,

oggi vi propongo un gelato insolito, fatto con un frutto “dimenticato”: il gelso.

La pianta di gelso produce dei frutti simili a delle more allungate che, a seconda della tipologia possono essere  di colore bianco, viola o nero.

Queste bacche sono ricche di vitamine C, A ed E oltre che di molti minerali tra cui potassio, magnesio, manganese e ferro; ha proprietà antiossidanti, antitumorali e cardioprotettive.

In tempi passati il succo veniva utilizzato come colluttorio, perchè molto efficace come antinfiammatorio e per prevenire la carie; praticamente un vero taccasana per il nostro organismo, ma che purtroppo a meno che non abbiate un albero nel vostro giardino o in quello di amici o parenti è di difficile reperibilità.

Ecco la ricetta:

Ingredienti:

400 gr. di frutti di gelso
100 gr. di zucchero
200 ml. di latte
100 ml. di panna
15 gr. di latte in polvere
4 gr. di stabilizzante
1 cucchiaio di pasta di gelso (se disponibile)

Procedimento:

Misurare il latte e la panna, versarvi lo zucchero e i frutti di gelso, poi  frullare bene nel mixer.

Aggiungere lo stabilizzante e la pasta di gelso, se disponibile e mescolare ancora; mettere la miscela nella gelatiera già accessa e mantecare per circa 30/40 min. o fino a che non vedrete il gelato ben montato.

Lasciare riposare per circa 1 ora in freezer.

Ho servito questo gelato in un cono che ho preparato con una cialdiera casalinga (in commercio se ne trovano di validissime e anche molto economiche,  la mia ad esempio costa meno di 20€) utilizzando questa ricetta:

Ingredienti (dose per circa 4/6 coni o coppette):

125 g di zucchero
50 g di burro
1 uovo intero
125 ml di acqua calda
125 g farina
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di liquore (o scorza di agrumi o vaniglia per aromatizzare)

Procedimento:

Sciogliere il burro in un pentolino o al microonde e sbatterlo bene con lo zucchero; aggiungere di seguito tutti gli altri ingredienti e continuare a mescolare con una frusta per evitare la formazione di grumi.

Per un risultato migliore consiglio di setacciare la farina.

Accendere la cialdiera e appena arriva a temperatura versare un pochino di impasto (all’incirca 1/2 mestolo piccolo): per questa operazione, dal momento che risulta abbastanza liquido ho messo tutto il composto in una caraffa (di quelle graduate) e poi man mano ne versavo un goccio per realizzare i coni.

Per coni ancora più croccanti diminuite la dose di zucchero nell’impasto (25 gr) e spolverizzateci la base della piastra prima di versare il composto.

Utilizzate dei guanti di cotone per arrotolare le cialde attorno al cono in dotazione a meno che non abbiate mani “d’amianto”.

Nel caso vogliate realizzare delle coppette, modellate la cialda sopra un bicchiere o una tazza rovesciata e lasciate raffreddare almeno 2/3 minuti per fargli prendere bene la forma.

Buon appetito…

A presto,

Valentina Pacini

Gelato al gelso nero

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *