Oggi ci cimentiamo con una ricetta della tradizione della regione dove vivo da cinque anni, l’Emilia-Romagna.
Sto ovviamente parlando delle tigelle, famose tanto quanto le piadine.

Realizzarle non è affatto difficile, occorre poco tempo e pochi passaggi. E anche pochi ingredienti. Queste sono le mie tigelle:

11221732_10203179429480356_122722737418107800_o

 

Ingredienti per 2 persone:

  • 250gr di farina 00
  • 5gr di sale fino
  • 50ml di latte
  • 50ml d’acqua
  • 12gr di lievito di birra
  • 12gr di strutto

Preparazione:

Per prima cosa, setacciate la farina in una terrina e quindi aggiungete il sale e mescolate.
Unite 50 millilitri di latte a 50 millilitri d’acqua naturale in un pentolino e fateli intiepidire, quindi fatevi sciogliere il lievito. Dunque unite la miscela alla farina, mescolate e aggiungete lo strutto.
A questo punto potete iniziare ad impastare facendo amalgamare bene gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio, elastico ed omogeneo. Potete utilizzare una planetaria.
Lasciate lievitare il vostro panetto per 1 ora coperto da conovaccio.
Trascorso il periodo di lievitazione, stendete la pasta con il mattarello fino ad ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro e servendovi di un taglia biscotti rotondo, o un coppapasta o un bicchiere (8cm di diametro) ritagliate le vostre tigelle. Adagiatele sul tagliere di legno leggermente infarinato e lasciatele lievitare per altri 30 minuti coperte da canovaccio.
Dopo la lievitazione, scaldate una padella (quella per crepes dai bordi bassi), ungetela con un po’ d’olio d’oliva (o di semi, se preferite) ed adagiatevi le tigelle facendole cuocere per circa 1-2 minuti da ambo i lati. Attenzione a non bruciarle troppo.
Riponete le vostre tigelle su un canovaccio e copritele in modo da mantenerle calde.
Potete farcire le tigelle con salumi e formaggi!

 

Cinzia La Commare –  In cucina con Cinzia.

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *