Bentornati all’appuntamento con la “mia” cucina.  Siete tornati dalle ferie estive o fate parte del gruppo di Italiani che va in ferie a settembre?

Io, purtroppo, ho dovuto abbandonare i monti e sono dovuta tornare alla città E’ stata dura, eh. Ma adesso sono pronta per presentarvi un’altra gustosissima ricetta. Passiamo agli ingredienti…

Per il ripieno:

  • 1 spicchio d’aglio
  • 160gr di porcini
  • 75gr di ricotta
  • 1-2 cucchiai di pangrattato
  • 1 noce di burro
  • sale, pepe q.b.

Per la pasta allo zafferano:

  • 150gr di farina 00
  • 5-6 cucchiai d’acqua
  • 1 bustina di zafferano
  • 1 tuorlo
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 cucchiaio d’olio

Per il condimento:

  • 5-6 foglie di salvia
  • un po’ di burro.

Preparazione:

Iniziate preparando il vostro panetto di pasta allo zafferano, quindi mescolate il sale con la farina e aggiungete lo zafferano diluito in acqua, impastate un pochino e unite il tuorlo e l’olio; Impastate fino ad ottenere un panetto elastico ed omogeneo.
Fate riposare il vostro panetto per 30 minuti coperto da canovaccio.
Intanto iniziate a preparare il ripieno; Tritate i porcini e fateli soffriggere in padella con poco burro e uno spicchio d’aglio (non sbucciato), aggiungete la ricotta e il pangrattato, a fine cottura salate e pepate e lasciate raffreddare.
Adesso potete dividere il vostro panetto di pasta allo zafferano in due parti uguali, formate con la prima una sfoglia spessa circa 2mm, quindi iniziate a disporre il ripieno a palline distanziandole uno dall’altra a seconda di quanto volete fare grandi i ravioli.
Formate con l’altra metà di impasto un altra sfoglia e sovrapponetela alla precedente, quindi ritagliate con una formina i vostri ravioli e lasciateli asciugare su un tagliere cosparso di farina.
Portate ad ebollizione in una pentola dell’acqua salata e cuocete per 5-6 minuti i ravioli, scolateli e fateli saltare in padella con burro fuso insaporito alla salvia. Pronti da gustare!

11261691_850242411724310_1630759196959450191_n

Cinzia La Commare – In Cucina  Con Cinzia

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *