Il Taglio delle Verdure:

vi spieghiamo passo passo

come tagliarle al meglio per ottenere un effetto WOW…

si proprio così, ci sono delle semplici accortezze

sia per i tipo di vegetale, che per la preparazione…

Tagliare bene le verdure è il primo passo per ottenere dei piatti esteticamente gradevoli e per trattare al meglio ogni prodotto o preparazione.

Innanzitutto è necessario avere un buon piano di appoggio con spazio sufficiente per muoversi in tranquillità, un tagliere stabile (può essere utile mettere sotto un panno umido) e dei coltelli affilati ed idonei.

Inoltre tenete ferma la verdura con le falangi appoggiate e i polpastrelli indietreggiati, per facilitarvi, potete utilizzare un salvadita, ce ne sono moltissimi tipi in commercio.

Potete acquistarlo QUI.

Ed ora parliamo di tagli veri e propri…

Julienne o fiammifero:

Forse è il taglio più conosciuto: vengono tagliate delle fette di circa 2-3 mm di spessore, poi tagliate a bastoncino di circa 2-3 mm di spessore e circa 4-5 cm di lunghezza.

Brunoise:

Partendo dal bastoncino del taglio julienne, si ricavano dei cubettini di 2-3 mm.

Giardiniera:

Dividete in 2 la verdura e ricavate delle fette dello spessore di 5 mm, poi a bastoncini dello stesso spesso spessore.

Macedonia:

Partendo dal bastoncino del taglio Giardiniera, si ricavano dei cubetti di 5 mm di spessore.

Mirepoix:

E’ il taglio, ad esempio, delle verdure per brasati, stufati ed arrosti, simile a quello Macedonia; differenzia solo per la grandezza del cubetto che è di 6 mm, spesso irregolare.

Matignon:

Questo taglio si presenta come un quadretto di circa 7 mm di lato spesso 2 mm, utilizzato in special modo come letto sotto a carni o pesce.

Alla Paesana:

Un taglio rustico meno preciso dei precedenti, utilizzato soprattutto per zuppe o minestre, in cui si ricavano dei cubetti di circa 8-10 mm.

Concassé:

E’ un taglio specifico per il pomodoro, che precedentemente deve essere inciso a croce, sbollentato, sbucciato, tagliato in 4 spicchi e privato dei semi; a questo punto ogni falda viene tagliata a filettini di circa 5 mm e successivamente a cubetti del medesimo spessore.

Chiffonade:

E’ specifico per le verdure a foglia, che vengono tagliate a listarelle sottili di circa 3 mm.

Continuate a seguirci,

Lory & Valina

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *