Uno strano articolo è stato pubblicato nei giorni scorsi da “Il resto del Carlino”. La polizia di Stato sta cercando Mario e Monica, sposati l’8 maggio 1993. Perché? Pare che siano state trovate le loro fedi nuziali nella refurtiva di due georgiani.

download

La storia potrebbe anche acquisire delle sfumature romantiche, se Mario e Monica alla fine leggeranno gli appelli riuscendo a recuperare le fedi nuziali che gli sono state rubate. E io ho deciso di dare una mano a diffondere, nel mio piccolo, l’annuncio fatto dal giornale “Il resto del Carlino” (fonte ufficiale QUI).
Pare che la polizia, dopo aver fermato una coppia di georgiani, abbia ritrovato nell’auto sulla quale viaggiavano dei gioielli di dubbia provenienza; i gioielli in oro erano nascosti dentro ad una calzetta!
La squadra mobile ha fermato la coppia di georgiani nella zona Esselunga di  Reggio, in Emilia-Romagna. A catalizzare l’attenzione sono state le due fedi d’oro giallo, sulle quali sono incisi i nomi “Mario” e “Monica” affiancati alla data “8.5.1993”.
Da lì è partita la caccia alla coppia derubata che, sicuramente, ha un legame speciale con quei due cerchi d’oro. La fede nuziale è un simbolo importante, la metti al dito in quel giorno speciale e non te ne separi mai. Diventa una parte di te, simbolo e ricordo di quella promessa d’amore. A volte, purtroppo, capita di perderla: al mare, ad esempio. E il dispiacere fatica a passare, ne ricompri un’altra ma non smetterai mai di provare un briciolo di rabbia per aver perduto l’originale. Quindi, potete immaginare la rabbia di una coppia che ne subisce il furto!
Ora, se conoscete Mario e Monica di Reggio, sposati l’8 maggio 1993, potete contattare la mail messa a disposizione dalla squadra mobile che ha ritrovato i gioielli squadramobile.re@poliziadistato.it

Per tutti gli altri invece, chiedo di condividere l’articolo sui social. Magari, insieme, riusciremo a ritrovare Mario e Monica aiutandoli a rimettere al dito le loro fedi nuziali!

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *