Sei poco impressionato dallo stile classico? Vuoi essere uno sposo fuori dall’ordinario? Allora scommetto che questo articolo ti sarà molto utile! 

Si parla spesso, o quasi sempre, della sposa. Del suo abito, delle nuove collezioni a lei dedicate, degli accessori che indosserà e di tutto ciò che le gravita attorno durante i preparativi delle nozze. Ma c’è un secondo grande protagonista nel giorno delle Nozze che non è a senso unico: LO SPOSO!

Oggi, dunque, vi parliamo della nuova collezione sposo “Andrea Versali”.  Una collezione adatta a uno sposo tutt’altro che ancorata al classico, ma che ama osare e farsi notare.
Si tratta di un marchio totalmente made in Italy e si distingue dagli altri per lo stile assolutamente moderno, a volte fuori dagli schemi ma capace anche del connubio tra tradizione e innovazione, adatto a uno sposo dalla spiccata personalità. 

L’abito da sposo si arricchisce di elementi innovativi: 

Nel 2017 lo sposo “Andrea Versali” è  vestito di dettagli che non possono passare inosservati e di colori. Quest’anno la nuova collezione sposo prende spunto da uno stile prettamente orientale soprattutto nei colori, ma Occidentale nel taglio di sartoria amalgamando modernità a tradizione. Vedremo quindi tra le proposte capi slim con dettagli in raso, e il classico smoking aggiornati con rever importanti. In particolare, quest’anno, la trama dell’abito da sposo “Andrea Versali” ci ricorda quella dei preziosissimi cerimoniali indiani rendendo lo sposo 2017 indiscutibilmente glamour. 

Ultimo dettaglio non da poco a cui prestare attenzione: Quali sono i colori che caratterizzano questa nuova collezione? 

Cari futuri sposi, “preparatevi ad osare”: l’innovazione di “Andrea Versali” nel 2017 viene messa in risalto dai tessuti esclusivi ideati in azienda, ma soprattutto dai colori audaci come il verde fluo, l’azzurro, l’oro e il viola. 

Largo anche a cilindri e completi spezzati che presentano una giacca a fantasia accostata al pantalone unica tinta, anche se pur sempre lucida e vistosa. 

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *