Siete certi di essere preparatissimi sull’argomento matrimonio? Che per voi non abbia alcun segreto? Leggete questo articolo e sfidate le vostre conoscenze: 

 

Ad esempio, sapete da dove nasce la tradizione del velo da sposa? 

In tempi molto antichi, si credeva che tramite l’utilizzo del velo si potessero scacciare gli spiriti maligni. Ecco perché le spose, inizialmente, hanno cominciato ad indossarlo. 

Parliamo del cappello per le invitate:  

di sicuro vi avranno detto mille cose a riguardo. Sappiate che l’unica vera regola per quanto riguarda i cappelli, è non avere regole. Infatti le invitate possono indossarlo a prescindere dal fatto che anche la sposa lo indossi. 

Perché ci si scambia le fedi? 

Quei cerchietti d’oro, bianco giallo o bicolore che sia, hanno un ruolo molto importante. Sono loro, infatti, il vero simbolo dell’unione tra i coniugi. Anzi, sono a tutti gli effetti un pegno d’amore. 

Il colore da evitare assolutamente a un matrimonio: 

Di solito è sconsigliato indossare abiti bianchi o neri. Il primo perché da attribuire solo alla sposa, vera protagonista di quel giorno. In realtà è solo il nero il colore che non dovrebbe mai essere indossato per un matrimonio, anche se è quello che va per la maggiore tra gli invitati perché da sempre simbolo d’eleganza. Be’, se volete davvero essere eleganti alle nozze di amici e parenti, non dovete indossare il nero! Io vi consiglio comunque di evitare anche il bianco, perché la sposa potrebbe risentirsi. 

Sempre più spose scelgono l’abito corto: 

E’ molto sbarazzino spesso, anche giovanile e indiscutibilmente elegante oltre che alla moda. Eppure sappiate che se volete indossare un abito da sposa corto, le vostre nozze dovranno svolgersi esclusivamente nelle ore diurne. Corto sì, ma non di sera! 

Il lancio del riso! 

Lo sapete perché si è soliti per tradizione lanciare il riso agli sposi? Questa è semplice, è una tradizione che si tramanda da troppo tempo. Comunque, per chi non lo sapesse, il lancio del riso rappresenta l’augurio di fertilità… ecco perché si lancia agli sposi novelli. 

In ultimo, per evitare figuracce e cadute di stile, sappiate che c’è una regola anche per le partecipazioni di nozze:

non dovrete spedirle, o consegnarle agli invitati personalmente, con meno di due mesi di preavviso! 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *