Quando si parla di fedi Nuziali, le idee non sono mai veramente chiare. Soprattutto ci si chiede: chi deve regalare le fedi agli sposi?

Se ci affidiamo semplicemente a ciò che il galateo del matrimonio “comanda”, ovvero la tradizione, allora è chiaro che  le fedi dovrebbero essere un regalo da parte dei testimoni di nozze che solitamente sono persone molto vicine agli sposi: amici di vecchia data o parenti stretti. Insomma, essere testimone è anche prendersi l’impegno importante dell’acquisto delle fedi. E’ vero che si tratta di una spesa importante, per questo lo stesso galateo suggerisce agli sposi di ricambiare il gesto con un regalo di pari importanza. 

Ma sempre più spesso gli sposi decidono di schivare la tradizione comprando autonomamente le fedi nuziali.

Due cerchietti d’oro con un grande valore simbolico. Due anelli che da quel giorno porteranno sempre al dito. Insomma, è una scelta importante e spesso non si vuole rischiare di affidarla a terzi. Diciamo anche che non ci si vuol sentire a disagio per il fattore economico, magari mettendo in difficoltà il testimone, e si preferisce sentirsi liberi di poter scegliere gli anelli in base all’estetica, al tipo di oro desiderato, senza badare troppo al prezzo.  Del resto non ci si sposa ogni giorno, quindi per un grande giorno come quello del matrimonio ci si può anche permettere una follia! E di spese folli per il giorno delle nozze se ne fanno tante, lo dico per esperienza personale! 

Ad ogni modo, a custodire le fedi fino al giorno delle nozze, dopo l’acquisto, dovrebbe essere un testimone di nozze. E questa  sì che è una bella responsabilità! Perciò, se siete il testimone prescelto, badate bene a non dimenticare le fedi a casa il giorno delle nozze. Almeno che non vogliate mettere a rischio l’amicizia che vi lega agli sposi 🙂  

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *