Scegliere il fotografo che con un click immortali gli attimi più belli del matrimonio è un’impresa di non poco conto.

Non basta infatti che il fotografo faccia semplicemente click per rendere eterni ed indimenticabili i momenti che compongono il matrimonio. Importante ed imprescindibile, per i futuri sposi, è fare la scelta giusta. Una scelta oculata che tenga conto delle esigenze e dei gusti estetici dei prossimi consorti, e che eviti disastri e malcontenti.

Come prendere le giuste precauzioni, dunque? E’ bene tenere a mente alcuni punti fondamentali e i nostri suggerimenti.

Innanzitutto, non affidate il compito di fotografare ad un invitato. Non pensiate che fare un semplice click con la vostra reflex, affidata per l’occasione ad un amico, compia il miracolo! Risparmierete certo i costi della manodopera, ma il rischio di avere un servizio fotografico scadente è molto alto! Non fate perciò i gradassi e scegliete un professionista del mestiere, selezionandolo tra tutti coloro che sono esperti del settore matrimonio.

In secondo luogo, iniziate la scelta selezionando lo stile che più vi aggrada. Dovete dunque armarvi di pazienza e prendere la vostra decisione fra reportage, servizio in posa e servizio editoriale. Il reportage è quello più in voga degli ultimi 10 anni ed è lo stile spontaneo e naturale, una sorta di servizio fotografico giornalistico che immortala gli attimi clou del matrimonio. Il servizio in posa predilige l’estetica alla spontaneità, quindi dà grande spazio alle pose tattiche come quelle che fanno i modelli. Perciò se volete rivedervi perfetti, a distanza di anni, è questo il servizio fotografico che fa per voi. Il servizio editoriale o lifestyle è quel servizio che va alla ricerca del dettaglio non solo del giorno delle nozze ma dell’intera organizzazione del matrimonio. E’ quello stile, per intenderci, che si ritrova in molti blog americani.

A seconda che siate spontanei o meticolosi, mettete a punto il vostro stile prima di imbarcarvi in una qualsiasi scelta.

In terzo luogo prefissate un budget. Tenete conto che se dovete fare dei tagli al budget non mettete in cima alla lista il fotografo, sapete perché? Perché una volta concluso il giorno del fatidico sì, non vi resteranno che click tradotte in immagini stampate. Minimo dovete scegliere un buon professionista selezionando, a parità di prestazioni e buon nome, il pacchetto più conveniente. Se invece avete scelto una location da sogno e speso a destra e manca per coronare il vostro sogno d’amore, allora anche il fotografo deve essere il top. Una cosa è certa: diffidate sempre e comunque di chi vi propone cose stratosferiche a prezzi stracciati.

Una volta stabiliti i punti di cui sopra, potete iniziare a selezionare il fotografo professionista. Tenete conto che, per risparmiare tempo, l’utilizzo di internet e del passaparola sono due elementi fondamentali. Ogni bravo fotografo che si rispetti ha un sito internet e una buona dose di pareri positivi che lo accompagnano. Incrociate i vostri dati e così restringerete sempre più il campo.

Prima di firmare il contratto, incontrate i professionisti che avete selezionate e sottoponeteli ad alcune domande. Insomma fateli un vero e proprio test per capire se è proprio quello il vostro fotografo. Dovete capire innanzitutto se c’è feeling tra voi; se non c’è sintonia e cortesia lasciate perdere. Il menage del matrimonio è fonte di stress e voi dovete stare a vostro agio, perciò assicuratevi che il giorno delle nozze ci sia proprio il fotografo scelto, o in sua assenza, un sostituto all’altezza. Stabilite prima se volete un servizio breve oppure se preferite che venga immortalato ogni attimo del matrimonio.

Specificate che ci tenete moltissimo, ad esempio, al ballo con vostro padre, agli scherzi degli amici, ai baci degli sposi.

Tutto ciò che volete sia incluso, dovete dirlo prima per evitare disguidi. Specificate se il fotografo può muoversi in libertà o se deve attenersi solamente alle vostre direttive. Chiarite pure se e come volete il fotolibro o l’album tradizionale. Puntualizzate se volete immagini ritoccate o naturali, foto a colori e/ovarianti. Mettete nero su bianco su ogni servizio incluso o escluso, sui costi, e sui tempi di consegna del lavoro effettuato.

Definite tutto insomma, ogni minimo dettaglio.

xoxo Marylla

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

One Comment on “Il matrimonio in un click: come scegliere il fotografo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *