Come in ogni evento tradizionale, c’è un galateo che detta regole ben precise in nome del bon ton. Vediamo quali sono quelle del matrimonio: 

Le regole del galateo, quelle che se rispettate vi faranno evitare inutili gaffe, in questo caso riguardano il prima, il durante  e il dopo nozze. 

La più radicata, ma anche quella che ormai in pochi rispettano, è legata al bouquet: 

secondo il galateo, infatti, a scegliere i fiori del bouquet dovrebbe essere lo sposo. Dovrebbe essere il vostro futuro marito ad ordinarlo e a farvelo recapitare a casa la mattina stessa del matrimonio, oppure la futura suocera può prendere il posto dello sposo, ma ormai succede davvero di rado. Sono poche le coppie che si attengono a questa che era una regola ferrea. Il lancio del bouquet, invece, è consentito solo se ci sono troppe nubili meritevoli di ricevere il mazzo. Altrimenti, a fine serata la sposa dovrebbe semplicemente regalarlo all’amica nubile che considera più vicina a sé. 

Anche il banchetto e la disposizione in sala ha delle regole ben precise: 

Se gli sposi siederanno a un tavolo unico, insieme alla famiglia, dovranno disporsi in questo ordine: la seduta della sposa va alla sinistra del marito e alla sua destra a scalare il padre, la madre e il testimone. Viceversa per lui: sposo, madre, padre e testimone. Se invece gli sposi decidono di sedersi in un tavolo a parte, non esiste una vera regola. Se il ricevimento si svolgerà in pieno giorno, il buffet dovrà essere consumato al tavolo. Se invece il ricevimento si svolgerà di sera o di pomeriggio il buffet può essere consumato in piedi. Non ci sono regole per la disposizione dei tavoli. 

Lo sapevate che le bomboniere non andrebbero distribuite durante il ricevimento? 

Ebbene sì, in questo abbiamo trasgredito tutti o quasi. Le bomboniere in realtà, secondo il galateo, andrebbero spedite agli invitati almeno venti giorni dopo le nozze. A farlo, inoltre, dovrebbero essere i genitori degli sposi. Più conosciuta la regola che debbano essere uguali per tutti, eccetto che per i testimoni. 

La madre della sposa è una figura di massima importanza: 

Pare, anzi, è certo che secondo le regole del galateo la madre della sposa deve arrivare per prima sul luogo della cerimonia. Sta a lei il compito di accogliere gli invitati, dovrà attendere l’arrivo della figlia davanti alla porta e sarà l’ultima a sedersi. 

Le regole del corteo, invece, le conosciamo bene: 

lo sposo deve arrivare in chiesa o al comune per primo e dovrà fare il suo ingresso, al braccio della madre, per primo. Seguito a ruota dalle damigelle e dalla sposa al braccio del padre. 

E adesso parliamo di spese! Più precisamente della divisione dei costi che di solito creano discussioni tra le famiglie della coppia: 

secondo il galateo, alla famiglia della sposa tocca il corredo di lei, le partecipazioni, le bomboniere, i costi della cerimonia e del ricevimento. Alla famiglia dello sposo spetta invece l’acquisto della casa, delle fedi, del viaggio di nozze e del bouquet. Ormai questa regola è superata dal fatto che gli sposi spesso provvedono da soli al pagamento di ogni cosa necessaria all’organizzazione degli eventi o, in alcuni casi, si è soliti dividere equamente le spese tra le due famiglie. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *