Il bouquet, dopo l’abito, è la seconda cosa che ogni sposa ha sempre sognato. Un elemento importante che va a completare l’abito da sposa e che, al contempo, deve fare da collante con il tema scelto per le nozze. 

Fondamentalmente ci sono due tipi di bouquet differenti tra i quali poter scegliere: il bouquet di fiori freschi e quello artificiale. Ognuna di queste due possibili scelte presenta pro e contro, vediamo quali sono: 

I pro di un bouquet di fiori freschi sono molteplici, primo su tutti il profumo! I fiori, inoltre, hanno un forte valore simbolico e questo è indubbiamente un vantaggio. In base alla stagione è possibile scegliere quale tipo di fiore utilizzare per il proprio bouquet, riducendo in questo modo anche le spese. E poi, non dimentichiamo che quest’anno sono di tendenza le spose con i fiori tra i capelli, quindi il bouquet diverrebbe a maggior ragione elemento di richiamo. 

I contro, comunque, non sono da sottovalutare. La difficoltà maggiore consiste nel preservare i fiori freschi in condizioni ottimali per tutta la giornata, la difficoltà aumenta se si tratta di nozze estive. La stagione determina anche il tipo di fiori a cui potrete aspirare, perché le fioriture sono stagionali e non troverete le Peonie in un periodo differente da quello Primaverile/estivo. In ultimo, se vorrete tenere il vostro bouquet come ricordo dovrete affidarvi a dei precisi metodi di essiccamento, ma non sempre i risultati sono quelli sperati. 

Passiamo adesso ai pro e ai contro del bouquet artificiale: 

I bouquet artificiali sono adatti ai creativi, agli anticonformisti e a chi ha un’idea ben precisa e rivoluzionaria del proprio matrimonio. Questa tipologia di bouquet non deve essere composta necessariamente da fiori finti, ma può essere realizzato con tantissimi materiali differenti che possono essere anche mescolati tra loro, a seconda delle vostre richieste e aspettative. Il primo vantaggio è appunto l’originalità e, al contrario del precedente, non richiedono cure particolari né rischiano di seccarsi prima del dovuto. Potete tenerli come ricordo con estrema facilità e sono la scelta più sicura per gli allergici al polline. 

Nonostante i tanti vantaggi, presentano anche qualche contro da non sottovalutare: i fiori finti non sono profumati, i vari materiali che utilizzerete non avranno il valore simbolico dei fiori e dovrete rinunciare al tradizionale lancio del bouquet. 

 

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *