Trash the dress, la nuova tendenza che arriva dall’ America inizia a far parlare di sé anche in Italia. Non sapete di cosa si tratta? Ve lo diciamo noi 😉 

Vi anticipo subito una cosa: vi servirà una bella dose di coraggio! 

Sì, sa… gli Americani sono spesso più eccentrici rispetto a noi Italiani, il Trash the dress ne è la conferma. Protagonista della nuova moda è l’abito da sposa, in cosa consiste? Semplice, l’obiettivo è quello di ottenere degli scatti fotografici originali, artistici e, appunto, eccentrici. In che modo? Distruggendo l’abito! 

Calma, niente panico. Il Trash the dress, ovviamente, è un servizio fotografico che sarà organizzato dopo il grande giorno delle nozze. Nella versione originale, come vi dicevo prima, l’abito da sposa dovrà essere distrutto. Ma sappiamo che ogni sposa è particolarmente legata al proprio abito, lo ha sognato per anni e ridurlo in brandelli non è cosa semplice, per questo motivo sono nate alcune varianti del Trash the dress leggermente meno “traumatiche”, ma che consentono, comunque, di ottenere scatti fotografici davvero originali. Invece che sbriciolarlo, potete ad esempio sporcarlo con colori a tempera, bagnarlo (e questa modalità è già in voga da anni), stropicciarlo un po’, anziché distruggerlo completamente. 

Le location migliori per il Trash the dress: 

La più gettonata, e quella che è già di moda da tempo anche in Italia, è la spiaggia. In riva al mare è possibile bagnare l’abito con un bagno al tramonto, realizzare quindi scatti bagnati ma senza ridurre l’abito da sposa a brandelli. L’acqua del mare, come potete immaginare, non farà bene ai tessuti e ai lustrini del corpetto, ma ad ogni modo il vostro vestito non andrebbe completamente distrutto. 

Il bosco e luoghi abbandonati: 

Suggestivi in egual misura con un picco maggiore, forse, per i vecchi casali abbandonati. Gli scenari fermi, dove il tempo è passato e si nota nell’usura di mura e interni, sono assolutamente suggestivi. Se siete coraggiose, potreste giocare con i colori, magari delle semplici tempere, con cui colorare il vostro abito da sposa. Un bravo fotografo realizzerebbe degli scatti degni di un quadro. 

Un altro elemento, dopo l’acqua del mare o laghi, sono le pozze di fango! Eh sì, avete capito bene, dovreste rotolarvi con il vostro bellissimo abito bianco addosso in una sporca pozza di fango… 

E’ assolutamente consentito coinvolgere anche lo sposo, e il suo abito, in questi scatti tutt’altro che tradizionali. Potreste chiedere di partecipare anche alle damigelle, per alcuni scatti di gruppo davvero artistici! 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *