L’abbraccio tra madre e figlio è uno dei momenti più belli della vita di una mamma, ma l’abbraccio più importante è sicuramente quello subito dopo il parto.

dfda
Da una ricerca anglo-canadese è emerso che il primo abbraccio tra mamma e neonato, ovvero quello immediatamente dopo il parto, è fondamentale per ridurre il livello di stress determinato dall’evento nascita. Il contatto con la mamma, infatti, aiuta ad attivare i recettori che regolano la gestione dei glucocorticoidi, tra cui l’ormone dello stress. 

fdds

Questo abbraccio così intenso e pieno di emozioni è di grande giovamento anche per la madre che finalmente prende coscienza della reale esistenza del piccolo.

In nove mesi le future mamme fantasticano sulla fisionomia del piccolo che portano in grembo:

Sarà maschio o femmina? Avrà gli occhi azzurri? Sarà un capellone? Sarà esile o bello pacioccone?
Per non parlare delle vaie ansie: andrà tutto bene? Ci saranno complicazioni? Ecco, il primo abbraccio serve anche a questo.

Sono passati due anni dal mio parto, ma il primo abbraccio lo ricordo come se fosse oggi: sala operatoria, medici che parlavano delle loro prossime vacanze, rumore metallico degli strumenti usati per il cesareo e poi il pianto, quel pianto che ti fa tirare un sospiro di sollievo, ti fa sorridere e ti fa dimenticare dove sei, con chi sei e che c’è una parte del tuo corpo lacerata. Ed ecco che arriva il momento perfetto: un fagottino che piange avvolto in un telo verde, l’ostetrica lo avvicina a te e il contatto con la sua pelle, un po’ raggrinzita per i nove mesi trascorsi nel liquido, è un’emozione fantastica, è come sfiorare qualcosa di soffice e delicato. Il pianto del piccolo si calma, il tuo aumenta per la gioia e questo resterà per sempre il momento più bello di tutta la tua vita.

 

Carmela Corrieri  

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *