Oggi parliamo della sfida pannolino sì , pannolino no! Abituare i proprio figli al vasino non è facile, ma ecco per voi qualche consiglio:

 

“Allora proviamo a fare pipì nel vasino?”
“NO!”
“Amore, proviamo a fare cacca nel vasino?”
“NO! NO!”

 

child-316211_960_720Mamme lo so! anche voi, come me, vi siete sentite scoraggiate, disperate, deluse e incapaci davanti al catastrofico tentativo di riuscire a dire addio al pannolino dei nostri piccoli.

PANNOLINO: una parola, nove lettere che racchiudono un patrimonio. Avete mai calcolato quanto spendiamo mediamente noi genitori in pannolini? Secondo la Federconsumatori noi genitori spendiamo circa 900€ all’anno, secondo me anche qualcosina in più.

Tutte noi sogniamo di svegliarci un bel giorno e vedere che nostro figlio espleta i suoi bisogni autonomamente in bagno. Anche le nostre mamme sognavano questo.

Purtroppo per noi dobbiamo essere pazienti, non dobbiamo avere fretta e soprattutto non dobbiamo lasciarci condizionare da quella gente, che non osa mai farsi gli affari suoi, pronta a dire: “E tu? Ancora con il pannolino vai? Quando lo togliamo questo pannolino?”  Non appena vede il nostro bimbo.  Sinceramente io a questa gente risponderei: “E tu? Quando lo metti in moto il cervello e chiudi la bocca?”

Ma torniamo a noi… ogni bambino ha i suoi tempi, non ci sono regole. Con calma. Anche i bambini stessi inizieranno ad avere delle reazioni diverse quando si sentiranno pronti. Spieghiamo che il vasino serve per la cacca e la pipì, proviamo a tenerlo per cinque minuti sul vasino e anche se alla fine non avrà fatto niente coccoliamolo e abbracciamolo. I bambini cercano di imitare sempre noi grandi, quindi,  anche noi possiamo spiegargli cosa stiamo facendo in quel momento. Alla fine anche loro inizieranno ad avere quel senso di fastidio avendo il pannolino sporco o bagnato e allora sarà tutto più facile.

Carmela Corrieri

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *