Genitori siete pronti? Siete carichi? Il momento tanto atteso è arrivato: Si va all’asilo!!!

Siete pronti a gruppi whatsapp creati per comunicare tra mamme? Io no!

Siete consapevoli che da questo momento in poi ci saranno raffreddori multi genere, tossi di vario tipo, batteri di cui ancora non si conosce la provenienza? Sto scherzandoooooo!

Per i bimbi che hanno già frequentato i primi anni non ci saranno problemi nell’affrontare il rientro: stessi compagni, stesse insegnanti ma nuove scoperte. E i bimbi più piccoli?

Per i bimbi, come il mio, che frequenteranno per la prima volta l’asilo sarà un passaggio fondamentale,  qui c’è il vero e proprio distacco.

Molte mamme mi dicono: “Mah, non penso piangerà, è già abituato.” Si certo come no!

Molti psicologi affermano che il pianto è importante, il distacco dai propri genitori aiuterà il bambino a crearsi una propria indipendenza, a capire che la maestra è per tutti e non solo sua, quindi le attenzioni vanno divise.

Poi lo sapete, i nostri nanetti sono furboni, il pianto dura giusto il tempo dei saluti e poi “ciao mamma guarda come mi diverto! 

Certo non è semplice affrontare questa nuova avventura, negli ultimi anni i mass media ci hanno spiattellato scene alquanto raccapriccianti di maestre che fosse per me a quest’ora dovrebbero essere ad Alcatraz. Però cari genitori non facciamo di tutta un’erba un fascio, la paura esiste non possiamo negarlo, ma questa cosa non fa bene a noi e soprattutto non fa bene ai nostri figli. Quindi armiamoci di serenità, pazienza e cerchiamo di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno.

Noi genitori siamo quel filo conduttore che accompagnerà i nostri piccoli in questa nuova esperienza fatta di colori, filastrocche, poesie e grembiulini multicolor che solo per smacchiarli ci vorrà l’ACE candeggina a quantità industriali, cosa stavo dicendo? Ah si, noi genitori possiamo parlare con i nostri piccoli e fargli capire che l’asilo è un posto fantastico, spieghiamo loro cosa faranno, descriviamo la loro maestra, facciamoli capire che non bisogna avere paura e questo è lo start per diventare grandi.

E poi, cari genitori, prendiamo i nostri figli per mano, accompagniamoli all’ingresso dell’asilo, aspettiamo che vadano in classe e per finire… Ci vediamo al bar per festeggiare! Hahahahah

 

Buon anno scolastico a tutti

 

CARMELA CORRIERI

  • 16
  •  
  •  
  •  
  •  
    16
    Shares
  • 16
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *