Quanta curiosità nella voglia di afferrare un bicchiere!!!

image3_artsana_chicco_8003670879886_000_35

Con lo svezzamento arrivano veramente tante novità! I bambini cercano di essere più autonomi, ma regolarmente se li lasciamo fare parte la guerra delle polpette!
Sono seduti al seggiolone, quindi ad altezza tavolo, osservano di più e cercano di farsi capire in maniera diversa, non più col pianto come quando sono piccoli piccoli.
A tavola tutto deve stare ben a distanza da loro: forchette, coltelli, cucchiai e piatti potrebbero fare un volo sul pavimento. Ma si sa, non possiamo mica pretendere ce non facciano le loro esperienze, non provino a socializzare o ad imitare quello che facciamo noi.

È il momento più bello. Ogni giorno una nuova scoperta e come avrete capito ora mai dai miei articoli, io assecondo molto i bisogni e le voglie del bambino.

Per avvicinare Emanuele al mondo della “tavola”ho deciso di iniziare dal modo di bere l’acqua. Abbandonato il biberon siamo passati al bicchiere con beccuccio  in silicone. Nel giro di un mese riusciva ad afferrarlo da solo e a bere da solo. Quindi una volta acquisita la giusta confidenza siamo passati a quello tutto in plastica!
Qualche disastro c’è stato! Il bicchierino ha fatto cosi tanti voli che non sto nemmeno ad elencarli. Acqua per terra, sul seggiolone… per poi scoprire che se, dopo che beveva, faceva le pernacchie, si scatenavano le fontanelle di saliva!

Quante risate per lui.. e anche per noi!

Per fortuna tutta questa tarantella è successa d’estate. Ora però siamo a settembre inoltrato, Emanuele ha un anno e la sua curiosità aumenta..e quindi è li che si presenta il dilemma

Bicchiere sì o bicchiere no?

vaso-evolutivo-papilla-12-m-verde-uso-2-1550x1450

Per fortuna in commercio ci sono tantissimi tipi di bicchieri per bambini. Devo essere sincera, la prima volta che ha bevuto dal bicchiere era un classico bicchiere da adulto sorretto da me. Ci ha messo un po’ a capire come doveva ingoiare, e che l’acqua non si regolava da sola come nel biberon. Quante maglie cambiate!!! Riusciva a bagnarsi anche il pannolino!

Ora ho acquistato un bicchiere in plastica con manici e ho intenzione di provarlo. La cosa importante è fare le cose pian pianino. Una cosa che ho imparato in questo primo anno di vita del mio bambino è che le novità vanno inserite una per volta, qualunque esse siano. Anche la novità che a noi può sembrare banalissima per loro è… nuova!

Sara bellissimo guardare la loro faccina stupida, orgogliosa o arrabbiata  mentre provano a cimentarsi nel nuovo impegno.

Il mondo dei bambini è un eterna scoperta. Che sia l’afferrare un bicchiere o prendere una pennetta con la mano per portarsela alla bocca, che sia afferrare una costruzione o accelerare la tecnica di gattonamento.

A noi spetta il ruolo più importante e più difficile: stare li a guardare, senza pretendere, senza arrabbiarsi, incoraggiando e sorridendo… e si, col fazzoletto sempre a portata di mano, perché una nuova scoperta per loro è una nuova emozione per noi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *