Viaggiare in automobile a volte è più comodo, ma se i nostri figli soffrono di mal d’auto?

Io appartengo a quella fazione di mamme che hanno provato cosa vuol dire farsi un viaggio di tre ore, arrivare a 500 metri dalla destinazione e prendersi in pieno il vomito dei propri figli.
So cosa vuol dire arrivare a casa che una discarica a confronto è chanel n°5, e so cosa vuol dire vedere il proprio marito guardare fisso la strada senza dire una parola ma, in realtà, dentro di sé sta già facendo il biglietto per l’inferno a furia di imprecazioni. Chiaramente non perché il bambino ha vomitato, ma perché la tappezzeria della macchina può rovinarsi!  
Ecco mamme, sono qui. Sono una di voi… abbracciamoci!

Essere genitori è anche questo, purtroppo .

Ma come possiamo prevenire questi spiacevoli episodi?

  • Prima di partire evitiamo liquidi come latte, succhi di frutta ecc. Tuttavia è bene partire dopo uno spuntino a base di cibi leggeri come grissini e cracker.
  • Se compaiono i primi sintomi è bene fermarsi , fargli prendere un po’ d’aria e poi ripartire.
  • Cercate di distrarre il vostro piccolo magari cantando le sue canzoni preferite, oppure raccontando delle storie.
  • Meglio partire nelle ore più fresche e non in quelle di punta.
  • Portate con voi alcuni sacchetti di emergenza e tanta tanta speranza che questa volta non capiti nulla. 

In commercio esistono bracciali per il mal d’auto. Ad essere sinceri non so quanto possano essere efficaci, visto che mio figlio li ha tolti appena messi.

 

Buon viaggio a tutti.

Carmela Corrieri 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *