Dicembre ci aiuta. Le strade sono illuminate, le vetrine dei negozi brillano e la casa è addobbata a festa. Ma come possiamo tenere viva la magia del natale tutto l’anno?

www.mamme.it

Semplice, prima di tutto parlandone.
Quando la famiglia è cristiana e vive in comunità è semplice. Si vive l’anno liturgico aspettando il Natale; per il cristiano è tempo d’attesa! Quindi il 25 dicembre viene vissuto come la nascita del proprio Dio.
Ma quando i bambini sono piccoli e non capiscono?
Ecco alcuni suggerimenti per mantenere vivo il natale negli anni.

Create le vostre tradizioni: preparate una tazza di latte e dei biscotti da lasciare a Babbo Natale, un bel cesto di carote per le sue renne, sarà bellissimo vedere il viso meravigliato dei bambini quando, al loro risveglio, si renderanno conto che… “Magia”! Babbo Natale è passato per davvero!

Montate a casa l’albero di natale sempre lo stesso giorno, ogni anno.

Conservate negli anni i lavoretti che i vostri figli creano a scuola: appendeteli ogni anno al vostro albero di Natale, appena saranno più grandi racconterete loro quando e come li hanno creati, le emozioni che vi hanno trasmesso e il ricordo che custodite dell’attimo in cui ve l’hanno consegnato.

Visitate i mercatini natalizi! Negli anni i profumi, o sapori, diventeranno ricordi, e i ricordi, si portano nel cuore per tanto, tanto tempo.

Il Natale è un periodo dell’anno molto particolare. Il camino acceso nelle case, col suo scoppiettio, fa da sfondo a cene lunghe che si concludono con una bella mangiate di frutta secca. Il divano, con copertine morbide, diventa un punto d’incontro la sera. Dopo una giornata passata a lavoro, stringere fra le mani una tazza di cioccolata calda è un rituale d’amore.
Cerchiamo di trasmettere ai nostri figli i valori, le tradizioni… Scattiamo tante foto e stampiamole, basta formati digitali, stringiamo fra le mani pezzi di vita.
Mi viene in mente un pezzo di una canzone che dice:

“O è natale tutti i giorni, o non è Natale mai…”

Un bacio, Valentina.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *