Devono essere morbidi, non devono fare allergia, non devono puzzare, devono avere un buon rapporto qualità prezzo. Di cosa sto parlando? Dei pannolini per i nostri piccoli!

www.donnamoderna.it

Esistono in commercio due tipologie di pannolini, quelli usa e getta che vengono proposti da varie aziende e quelli lavabili che vengono prodotti da meno marchi.

I più conosciuti sono quelli usa e getta inventati nel 1946 dopo la seconda guerra mondiale, usati anche nei nidi degli ospedali. Ne esistono di ogni misura e di ogni colore, con i personaggi dei cartoni o completamente bianchi, con i rilevatori di pipì e senza, per maschietti e per femminucce.

Ovviamente la cosa più importante è individuare il pannolino che non crea nessun fastidio al nostro bambino. Ad esempio non deve lasciare segni sull’inguine, non deve stringere sotto il pancino, non deve assolutamente irritare la pelle e sopratutto deve trattenere anche la popò più grande che c’è!

Di solito le mamme fanno un po’ di tentativi, ma alla fine si riesce sempre a trovare il pannolino perfetto. Vi consiglio di leggere qualche mia recensione su alcuni pannolini, potrete prendere spunti.

Poi ci sono i pannolini lavabili, arrivati sul mercato relativamente da poco, quindi proposti da meno marchi.

Ogni pannolino ha un costo non indifferente ( partono dai 15 euro quelli recensiti positivamente), però sicuramente nel tempo il costo si ammortizza, anche se si deve pensare che vanno anche lavati.

I pannolini lavabili si usano esattamente come un pannolino usa e getta, quindi sono facilissimi da indossare. Sono cosi composti: una mutandina interna morbida fatta con un materiale traspirante e impermeabile. all’interno poi c’è una tasca dove si vanno a posizionare uno o più strati assorbenti a seconda delle esigenze del bambino. Gli inserti assorbenti di solito sono sempre compatibili e vanno lavati ogni volta, anche se sono di un materiale che tende ad asciugare in fretta.

Ho visitato vari siti, devo dire che di pannolini lavabili ne esistono di vari colori e fantasie.

Per quanto mi sia documentata per bene non mi convince a scelta di questo tipo di pannolino. Preferisco il classico usa e getta e resto fedele alla marca che più si adatta alla conformazione e alle esigenze di Emanuele.

Ma ditemi voi, quale pannolino avete scelto per i vostri piccoli? Sono curiosa di sentire le esperienze delle mamme che, al contrario di me, hanno scelto i pannolini lavabili!

Perché anche questo essere mamme, confrontarsi e ascoltare, c’è sempre da imparare!

Vi mando un bacio!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *