È il 24 dicembre 2014. Mi sento strana e diversa. Mancano tre giorni all’arrivo del ciclo ma dentro di me sento che qualcosa sta cambiando, non solo, sento che arriverai tu.

Christmas magic gift box , happy family mother and baby

Decido di fare le beta hcg; sono le 07.30 del mattino. “Signora saranno pronte per le 12.00”. Il tempo sembrava non passare mai. Alle 11.30 sono già fuori dal laboratorio. Non ho il coraggio di entrare e chiedo a mio marito di ritirare lui il referto. Lo aspetto in macchina, con le mani che tramano e il cuore che batte all’impazzata. Esce dal laboratorio. Lo conosco bene, il suo viso è incredulo, quel viso con gli occhi ludici è il viso di un uomo che sarebbe diventato padre.
Ci abbracciamo e scoppio a piangere. Ringraziamo Dio. Mi sentivo diversa, sì, mi sentivo che sarei diventata mamma, sarei diventata mamma di Emanuele.
Mai l’ho chiamato diversamente, è sempre stato il suo nome, sentivo sarebbe stato maschio e sentivo che sarebbe andato tutto bene.
Il giorno dopo, fu il nostro primo Natale
insieme. Tu eri un puntino, forse meno, ma eri già vita, eri già la nostra vita, il senso di tutto, quello che si chiama amore, vero amore, stava crescendo dentro di me. Non c’è altro modo per descrivere un figlio.
Quel Natale già sognavo quello successivo. Dove ci saresti stato tu ad illuminare ancora di più una giornata che io amo da sempre. Infatti il Natale del 2015 avevi 4 mesi.
Così piccolo! Ti guardavo e piangevo pensando a quello che avevo provato l’anno prima.
La mattina di Natale siamo andati a messa. Per me, che sono cattolica, niente di più bello. Io, mio marito e mio figlio.
Un figlio è la ciliegina sulla torta, è il frutto del vero amore, è il senso di tutto, è l’anello che unisce per sempre due persone che hanno deciso
oltre ad essere coppia di essere genitori.
Ricordo bene quella giornata, tutti a ripetermi che eri il regalo più bello. Ma io lo sapevo già. l’ho sempre saputo. Da quando ho scoperto che vivevi dentro di me non è passato giorno in cui io non l’abbia pensato.
Per il primo Natale ho scelto un’outfit da vera star per Emanuele! Una tutina disney bianca e rossa con Topolino natalizio. Credo di avergli fatto 200 foto. Tu ridevi, ridevi tanto. Proprio a Natale ci hai regalato i primi sorrisi quando ci cercavi fra le persone che circondavano la tua navetta.
Ed ora ci avviciniamo al nostro terzo Natale insieme. Avrai 16 mesi e già immagino il nostro albero torturato dalle tue manine, le palline tutte a terra e tu che ridi come un pazzo guardando l’albero che si illumina mentre la stanza è buia. Ti vedo già, mentre con quegli occhi grandi guarderai i pacchi che ti aspettano da scartare, e chissà che faccia farai addentando una bella fetta di pandoro!
Da quando sei arrivato tu, cuore mio,
è sempre Natale, e ancora ti guardo incredula. Invece sei qui con noi, sei la nostra festa e per questo natale voglio augurare a tutte le donne che lo desiderano, di diventare mamme presto.
Non perdete la speranza, un figlio è un dono e si sa, i doni più belli meritano attesa!

Buon Natale,

con infinito affetto, Valentina.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One Comment on “Il nostro primo Natale insieme.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *