“C’era una volta in un mondo incantato…”

foto-fiabe-bambini-nanna

Cari genitori,

le nostre vite sono un vero caos oggigiorno: lavoro stressante, bollette da pagare, problemi da risolvere ecc. Ecc. È vero lo capisco, alla sera si è tutti stanchi, non vediamo l’ora che i nostri piccoli vado a nanna e trovare quel momento di pace per noi stessi che raramente riusciamo ad avere.

Ora vi rivelo un segreto: “rilassatevi leggendo fiabe ai vostri figli.”  (Non fate quella faccia! Dico davvero! Leggere rilassa)

Leggere una fiaba ai nostri figli trae benefici sia per noi genitori che per i nostri piccoli. Le fiabe, che siano lette o inventate, sono un ottimo metodo per stimolare la fantasia dei nostri figli, per insegnarli comportamenti di vita corretti. Molti studi hanno valutato con certezza che leggere le fiabe ai nostri figli non fa altro che aiutarli nell’imparare a leggere prima e correttamente, infatti i nostri figli si abitueranno prima ad apprendere la pronuncia corretta dei vocaboli.

Cosa c’è di meglio per un bambino nel viaggiare con la fantasia, in  quei luoghi che noi adulti abbiamo dimenticato ormai da tempo, fra draghi, castelli incantati, e valorosi cavalieri.

Genitori di figlie femmine voglio darvi un consiglio:

vi prego, dite alle vostre bimbe che i principi azzurri in calzamaglia, gentili, affettuosi e coraggiosi  sono solo un falso mito che ci ha propinato la Disney a noi donne. Lo sappiamo tutte che arrivate ai 15 anni l’unico uomo in calza maglia che apprezziamo  è Roberto Bolle e sbaviamo dietro a uomini in jeans, tartaruga ben scolpita e qualche tatuaggio qua e là.

Ora torno seria, tranquilli.

Leggere le fiabe quindi è un grande strumento per i nostri figli, ma anche per noi genitori che alla sera prima di andare a letto possiamo stringere quel rapporto d’intimità con i nostri piccoli che vale più di dieci ingressi gratuiti in una spa. Accarezziamo i nostri figli mentre leggiamo, teniamoli stretti a noi e forse, così facendo, anche noi possiamo tornare ad essere bambini per un pó.

Carmela Corrieri

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *