“E’ sempre l’ora del tè, e negli intervalli non abbiamo il tempo di lavare le tazze – rispose il Capellaio.” (Alice nel paese delle meraviglie – Lewis Carroll)

Non c’è un momento si per il tè, né un momento no od un orario preciso, a meno che non siate londinesi, ovviamente! Per il resto è buono sempre, in qualsiasi modo lo beviate, con o senza latte, con il limone o no. Perfetto, a qualsiasi età, in qualsiasi momento della giornata e a qualsiasi stagione e condizione climatica … il tè è tutto un beneficio! E’ sempre stato così!

Scopriamo insieme le vie infinite di una delle bevande più diffuse in tutto il mondo.

Paesi di provenienza. I maggiori produttori di tè sono India, Giappone, Cina, Africa. Questi paesi esportano ovunque, e seguono varie tecniche di raccolta ed essiccazione delle tè, a seconda del tipo prodotto e di altri fattori che non sto qui ad elencarvi.

Tipologie naturali. Tra i più comuni il tè giallo, di origine cinese, molto conosciuto dai consumatori europei, un tè che richiede una fermentazione inferiore al tè nero; quest’ultimo, prodotto prevalentemente in India e nei Paesi africani, ha un sapore più deciso e contiene molta più teina, per via dei processi di fermentazione a cui viene sottoposto. Il tè nero, è attualmente oggetto di studio della ricerca sulla prevenzione di ictus e diabete.

Il tè verde, quello classico di derivazione cinese non è fermentato, ed è uno dei più bevuti grazie alle sue proprietà antiossidanti, mineralizzanti, e in quanto pare aiuti la digestione. Il tè rosso, invece, nasce in Africa e subisce un trattamento tutto particolare che non prevede essiccazione né fermentazione. E’ privo di caffeina e presenta un basso contenuto di tannini. In Africa viene considerato un vero e proprio elisir di lunga vita. Infine, il tè bianco, le cui foglie vengono solo essiccate. E’, dunque il meno trattato e quello che gode di maggiori proprietà ossidanti. Alcune tipologie di tè bianco risultano molto rare, tanto che vengono raccolte una volta all’anno.

Tipologie trattate. Sono per la maggior parte, se non quasi tutti, di origine cinese. Si tratta del tè oolong, detto anche semifermentato, in base alla parziale ossidazione delle foglie. Il tè Pu-her, ovvero quello post-fermentato, che viene stabilizzato prima di essere fermentato. Poi c’è il tè pressato, che subisce un tipo di lavorazione per essere conservato più a lungo. Ed infine il tè aromatizzato a cui si aggiungono spezie, frutti o scorze di agrumi. Nei tè aromatizzati più pregiati si aggiungono fiori freschi, diversamente aromi naturali o artificiali.

Le varietà più cool. Il tè matcha e il tè kombucha noti soprattutto fra le celebrità hollywoodiane, grandi consumatori delle due bevande. Del Kombucha sono ormai dipendenti Gwyneth Paltrow, Madonna, Halle Berry e Reese Witherspoon. Diciamo che ultimamente quest’ultima varietà di tè ha soppiantato gli smoothie green.

Il tè MATCHA è di origine giapponese, ed è il tè verde in polvere della migliore qualità, ottenuto dalle foglie più giovani, ricche di nutrienti. Possiede straordinari benefici, ovvero: ha potere antiossidante, disintossicante, energetico, migliora la memoria e l’umore, potenzia il metabolismo ed in più ha un buon sapore. Per millenni è stato considerato un elisir miracoloso in Oriente, e oggi lo potete trovare in tutti i supermercati.

il tè KOMBUCHA è il tè del momento, lo chiamano infatti il tè bomba per le sue proprietà straordinarie. Ricerche storiche dimostrano che questa bevanda, nata in Cina, veniva già consumata nel 250 A.C., in quanto considerato un vero e proprio elisir per la buona salute e quindi la vita. I suoi benefici: tiene a bada diabete, pressione, reumatismi, peso in eccesso, problemi digestivi; alleviare i disturbi del sonno e i dolori articolari; rafforza muscoli e reni, limita la calvizie, migliora e può guarire l’artrite. Ha un sapore agrodolce, perché per accelerare il processo di fermentazionesi aggiunge aceto di mele e zucchero al preparato mescolato a tè verde o nero. Il Kombucha potete acquistarlo solo su internet, già preparato oppure da fare. Online trovate la ricetta.

Il beneficio più grande del tè è comunque il suo momento aggregante, fonte di condivisione di chiacchiere, confidenze e perché no anche della bellezza del silenzio di stare insieme. A testimonianza di quanto ho detto, cantanti, musicisti, autori, pittori e registi di tutti i tempi, si sono spesso fatti ispirare dal momento aggregante del tè per raccontare scene gaie, momenti nostalgici, e riflessioni filosofiche. Pare ad esempio che John Lennon amasse molto preparare il tè, e per un certo periodo lo faceva pure in modo sbagliato, mettendo prima la bustina nella tazza e poi versando l’acqua. Fred Buscaglione e i Police ci hanno scritto una splendida canzone. Numerosi pittori hanno dipinto signore all’ora del tè (come Mary Cassat e Desh Frank). Il tè, in altre parole, ispira. Non so se per il suo sapore o per il suo profumo, o perché va gustato con calma, ma di una cosa sono certa: ha poteri magici!

P.s.: vi lascio con immagini e citazioni che riguardano il tè, una bevanda che amo profondamente!

I libri più belli degli ultimi anni scritti sulla forza magica e sulla capacità aggregante del tè: “Tutta colpa del te” di Marta Savarino, “Le regole del tè e dell’amore” di Roberta Marasco, ed infine “Tè, zucchero e segreti” di Nancy Naigle, tradotto da Roberta marasco per amazon Publishing. (se cliccate sul link potete acquistarli direttamente).

E ricordate trattine: I giorni di pioggia dovrebbero essere passati a casa con una tazza di tè e un buon libro. (Bill Watterson)

xoxo Marylla

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

One Comment on “Le vie del tè sono infinite: tutti i benefici.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *