La moda va di plissè, olè! Scusate ma dire olè era inevitabile, non fa una piega, anzi le fa…le pieghe, e tante pure. Plissè, andiamo!

Dopo la mia ruota col plissè, come un pavone egocentrico, non posso che ritornare seria e raccontarvi di come sia tornato prepotentemente all’avanguardia. Già questo inverno l’avevamo visto in tutte le salse, in tutti i mari e in tutti i laghi, sotto i cappotti, i cardigan di lana o i piumini. Nei colori predominanti dell’oro e dell’argento, in tessuti vellutati o metallizzati. Talvolta l’effetto sgualcito sembrava quello della carta oro dei Ferrero Roches.

In questa stagione primaverile torna prepotentemente a far parlare di sè, in primis sulle passerelle delle varie fashion week, nostrane e non, poi si fa notare fra le più giovani fashion addicted dell’urban e dello street syle; infine fra la creme de la creme della metropoli bene, come emblema di eleganza, stile, modernità e glamour.

Una cosa è certa: il plissè è come l’opera lirica, o lo ami o lo odi.

Il plissè, che ha raggiunto la punta dell’icerbeg del successo negli anni ’70, è stato rilanciato per la stagione Primavera Estate 2017 dalle maison più in voga, che lo hanno utilizzato non solo per gonne o vestiti, ma anche per pantaloni e maniche, fino al total plissè ovvero abiti interamente pieghettati.

Il plissè dunque come elemento totalizzante o dettaglio di spicco.

Grazie alla sua versatilità, il tessuto pieghettato si adatta per qualsiasi occasione e per qualsivoglia tipo di donna.

Come indossarlo e come abbinarlo?

Di sicuro, la tendenza più trendy è la trilogia bomber, plissè e sneakers; ma i tacchi alti non sono da escludere. Oppure con un bel giubbotto jeans, che quest’anno è tornato alla ribalta sia nel denim puro sia nella versione patch anni ’90. Questo è ciò che consiglio alle più giovani, per stare al passo coi tempi.

Potete abbinarlo con un bel chiodo o giubbino di pelle da rocker, con una bella camicia di jeans, o ancora con delle t-shirt con delle scritte evidenti. Vedrete, farete un figurone!

Infine per le appassionate di bon ton, un look total plissè accompagnato da una stola di cotone o di seta è un babà alla moda!

Attenzione però ai passi falsi: le donne meno filiformi in total plissè rischiano di ‘guadagnare’ qualche taglia in più. Inoltre, per tutte, vi consiglio di scegliere tessuti strutturati ed evitare sete e chiffon, per evitare l’effetto di deformare o arricciare troppo il tessuto.

xoxo Marylla

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *