Bonjour! Con l’articolo di questa settimana mi sento un po’ francese. Ma care donne, oggi mi dedicherò agli uomini, a ciò che viene proposto a Parigi, quindi armatevi di carta e penna e rivoluzionate i vostri uomini!

Fino al 26 Gennaio nella capitale francese abbiamo visto un alternarsi di show d’alta moda delle Maison. Tante novità, tra le quali il debutto di Maria Grazia Chiuri per Dior come direttore creativo. Il ritorno di Francesco Scognamiglio e l’adieu di Versace agli show all’ombra della Tour Eiffel.

Non mancano sulle passerelle della Parigi Fashion Week le collezioni di Balenciaga, Dior Homme, Valentino, Givenchy, Loui Vuitton, Balmain, Hermès e molti altri come Paul Smith che ha sfilato proprio per la chiusura della Parigi Fashion Week, dopo esattamente 41 anni dal suo primo show a Parigi, presentando una sfilata mista uomo-donna.

L’ultimo giorno di sfilate si è concluso con uno dei nomi  storici della moda d’oltralpe:

Lanvin. Obbiettivi chiari da raggiungere, presenta così un uomo che sia in grado di sedurre e affascinare il popolo della moda, tante novità, immancabili brividi glam. La maison porta in passerella una collezione variegata. Tiene in banco un lungo cappotto color biscotto, un abito blu a doppio petto che spicca su un paio di scarpe bianche come la neve. Con molta ostinazione per tutta la durata del defilé prevalgono i colpi di scena di Lanvin, con cappotti corti ma altrettanto ampi a mantella, trench dalla vita alta e tante idee per un look giovane e casual. Insomma la moda che noi comuni mortali possiamo permetterci di indossare.

 

 Martina Pisano

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *