Amore nel sangue è un romance dolce e amaro come la terra di Sicilia in cui si svolge. Uno spaccato degli anni più roventi fra mani pulite e la mafia, con le pennellate rosa di un amore complicato.

TRAMA

13054625_10154112178644137_166562956_oPalermo 1989, Marilù, trasferitasi da Londra, si trova coinvolta nel gioco crudele della mafia. L’amore si mescola al sangue, a vecchi ricordi e a vendette ancora incompiute. Marilù non sa quali verità atroci si nascondono tra le mura di villa Romano. Tra sparatorie, amori, tradimenti e azioni illegali, Marilù viene proiettata in un mondo sconosciuto che macchia la sua amata terra di morte. Per amore, di un passato che le è stato strappato via senza pietà, è pronta a rivendicare giustizia. Riuscirà a seguire il suo cuore nonostante il destino la metterà di fronte a un amore rosso di sangue e di passione?

RECENSIONE

Dalle autrici di “Kiss me baby”, “Colpo di fulmine da Harrods”, “Principessa per capriccio” “Il richiamo della luna” “Lo scoglio incantato” e numerosi altri, oltre ad una serie di raccolti esilaranti e a volte toccanti e scritti per beneficienza, “Amore nel sangue” è l’ultimo romanzo rieditato dalle sapienti mani di Fabiana Andreozzi e Vanessa Vescera. Ho letto parecchi quasi tutti i loro scritti, e nella maggioranza dei casi lo stile di Fabiana e Vanessa è frizzante, allegro, esilarante e a tratti sensuale. Quest’ultimo invece, ha un taglio completamente diverso. Qui i sentimenti non sono il perno principale di due personaggi a volte bizzarri che si trascinano nel vortice della passione come Paul e Melissa in “Colpo di fulmine da Harrods”; o come i più dolci Luna e Andrea di “kiss me baby”. In “Amore nel sangue” i sentimenti sono tormentati, combattuti, difficili da comprendere, e quelli più veri vanno protetti e celati se non vogliono essere coperti di sangue.

13036584_10154112178684137_2147464306_oMarilù, la protagonista femminile del romanzo, riflette in sé tutti questi sentimenti sopra descritti. E’ una giovane donna, con un passato difficile da dimenticare e da non vendicare. Per questo ritorna nella bella e atroce Trinacria, per un senso di rivalsa ma al tempo stesso per il forte attaccamento alla sua terra e a quelle radici che non vuole sradicare ma solo difendere. E come in ogni romance che si rispetti si trova fra due fuochi: Ciccio e Angelo, il figlio di papà e il cugino, lo sbruffone e “L’omm”; da una parte lo spudorato, violento e imbecille, dall’altra l’intelligente passionale e spietato. A Marilù toccherà fare una scelta, o forse sarà la scelta stessa a decidere per lei. Questa bellissima ragazza, divina e seducente, nel mirino dei “masculi” palermitani è il fil rouge di tutta la storia colei che nel sangue e per il sangue combatterà e si svelerà.

amorenelsangue“Amore nel sangue” non è solo questo, è molto altro. E’ uno spaccato della vita bollente e pericolosa di Palermo nei primi anni ’90. E’ sangue e vendetta, rivalsa e senso di appartenenza, potere e gelosia. Una finestra aperta sulla Sicilia di mani pulite e sulla mafia assai spietata di quegli anni, descritta in terza persona con un linguaggio forte, diretto  e cruento, così come le storie di delitti, omicidi ed eventi spietati che racconta. Il tutto condito con un tocco di dialetto, che conferisce maggiore autorevolezza, veridicità e scenografia al testo. A volte, immergendosi in queste pagine pare proprio di perdersi nei vicoli ciechi di Palermo, sembra quasi di respirare l’odore rosso e il sapore deciso, oltre che ventate di fumo di lupare sempre cariche e veli pietosi che ricoprono vittime macchiate. Le due autrici con quelle splendide quattro mani, pur non essendo originarie di quei luoghi, hanno reso perfettamente l’idea di quanto accadesse in quegli anni che resteranno per sempre scritte nella storia. Tra le loro pagine, pare emergere il risoluto don Mimmo con quell’offerta che nessuno potrà rifiutare, e a cui piedi tutti si prostrano per baciargli le mani. Suo figlio Francesco detto Ciccio, il petto tracotante e la spina nel fianco della vicenda; suo nipote Angelo, l’uomo d’onore vecchio stampo; Marilù, la “Fimmina”, che tutto lega e tutto scioglie. La terra aspra e coperta di sangue, passionale e risoluta.

13036566_10154112178719137_1778361228_oFabiana Andreozzi e Vanessa Vescera, mi hanno piacevolmente sorpresa, in questa veste nuova e più cruda. Nemmeno questa volta mi hanno delusa, anzi…direi che sono prontissime per un thriller al cardiopalma! Le due scrittrici, per questo romanzo, si sono trasformate egregiamente l’una nella signora Francisca Ford Coppola, l’altra nella milady Camilleri. Dove finisce l’una e dove comincia l’altra non vi è dato sapere, sono affari della “famigghja”.

Vi farò un’offerta che non potrete rifiutare: Leggete il romanzo…è un ordine! 😉

Marianna De Pilla

13244872_278503879151039_7692919659396933458_n

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

3 Comments on ““Amore nel sangue” di F. Andreozzi e V. Vescera”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *