Buongiorno carissime lettrici;
La recensione di oggi è su “All of me” scritto da Marta Pilesi.

Trama:

 

Becky è testimone di violenze subite nell’adolescenza che cambieranno la sua esistenza e il suo modo di pensare. Affronta ogni giorno facendosi trasportare dalla vita senza dominarla. Da quando ha sedici anni non crede più nei rapporti d’affetto e di lunga durata con gli uomini. Ha profonde ferite nell’anima che sanguinano ancora e segni evidenti sul corpo che cerca di nascondere in ogni modo, ma fino a quando?

Prima o poi incontrerà qualcuno con un trascorso di sofferenza prfondo, ugale e diverso dal suo. Lui lotterà per conoscerla davvero. Non desisterà fino a quando non avrà tutto di lei. E quando accadrà, riuscira Bekcy ad aprirsi totalmente? 

Recensione: 

La protagonista femminile è Becky, una donna forte con un passato difficile alle spalle, il quale oltre ad averla segnata le ha costruito un carattere forte e un po’ chiuso; ma questo potrebbe essere solo uno scudo che è riuscita a creare per frapporlo tra lei e il mondo esterno. E’ solo una bambina quando durante una notte decide di andare via di casa, scappare dal padre e dalla madre e dal loro millesimo litigio che ha delle ripercursioni su di lei, per rifugiarsi a casa della cugina. 

Lo scudo che ha creato però non le serve solo per difendersi dal mondo esterno, ma per difendersi anche da Justin; il protagonista maschile.  Lui è un uomo con moltissimi difetti, a volte lo si odia e a volte lo si ama, ma nei suoi alti e bassi è comunque riuscito a fare breccia in Becky. Fra i due, infatti, scocca la scintilla, ma la nostra donna non ha intenzione di entrare in una relazione, mentre lui cerca qualcosa di più di una notte e via.

Successivamente la storia ha dei risvolti interessanti, ma non vi spoilererò nulla così che possiate leggere il libro e scoprirlo di pari passo. Il romanzo è scritto bene, è scorrevole e piacevole; si legge facilmente e con voglia. I personaggi sono interessanti e hanno dei mutamenti nel corso della storia, come una sorta di crescita. Di conseguenza mi sento di consigliare questo romanzo agli amanti del romanticismo per una lettera piacevole e piena di sorprese.  

Linda. 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *