Lunedì ormai è sinonimo di AFTER

E’ la volta di AFTER 4.

 after 4 anime perdute anna tod

Quante volte può spezzarsi un cuore?
Tessa è pronta per iniziare la sua nuova vita da sola a Seattle. Troppe volte il suo cuore ha dimenticato le cose terribili che Hardin le ha fatto, ma adesso la ragione non le permette di rinunciare al suo sogno e alla sua dignità. Restare lontani, forse, farà bene ad entrambi.
Mentre lei cerca di ricominciare da zero, suo padre ed Hardin sembrano incredibilmente avvicinarsi uno all’altro. Che sia la prova che Hardin è cambiato e può diventare una persona migliore? O è soltanto una finzione? C’è ancora speranza per loro?   Tessa ci vuole credere e si getta ancora una volta a capofitto in questo tormentato rapporto.
Tra le e Hardin le cose sembrano andare meglio del solito e le notti sono più passionali che mai, eppure chi le sta accanto è convinto che la loro storia d’amore presto entrerà di nuovo in crisi, una spirale distruttiva dalla quale Tessa non riuscirà ad uscirne illesa. Per salvare la sua relazione dovrà lottare con tutta se stessa senza contare che il destino ha in serbo un colpo crudele che tirerà fuori il peggio di Hardin.
Tessa riuscirà a dissipare le tenebre che Hardin ha in se?

**
Eccoci qui con il volume di After 4 anime perdute, il penultimo della saga.
Cosa ne penso di questo libro? Non so nemmeno da dove iniziare… Per prima cosa vorrei dire che, a differenza del terzo che ho mandato giù un po’ più lentamente, con il quarto sono tornata a divorare pagina per pagina in poco, pochissimo, tempo. La storia torna di nuovo nel vivo dei suoi problemi, dei suoi cambiamenti, della sua passione.
I primi cambiamenti più notevoli sono proprio quelli che avvengono in Hardin, il ragazzo tormentato infatti sembra capire finalmente dove ha sbagliato e come ha reso impossibile la vita della donna che ama e che vorrebbe rendere felice. Compie qualche passo indietro, cerca di placare la propria rabbia e soprattutto cerca di pensare prima di dire qualcosa che possa risultare offensiva. I cambiamenti ci sono,  è impossibile negarlo, ed anche Tessa se ne accorge. Ovviamente la dolce biondina non può che essere felice di questo cambiamento ed è speranzosa che tutto possa andare per il meglio , che il loro rapporto inizi a ricucirsi e che questa volta sia più stabile.
Come ogini volume di After, le cose però non possono andare così lisce come l’olio, altrimenti sarebbe troppo semplice, no?
Infatti non mancano i primi problemi, problemi dei quali Hardin inizialmente si fa carico in modo da non far preoccupare la ragazza, problemi che gestisce meglio di quanto chiunque possa immaginarsi, perfino se stesso. Inizia ad avere un rapporto sempre più forte con Landon, a volte chiede perfino dei consigli a suo padre, e cerca di sfogare la sua rabbia in modo più costruttivo piuttosto che sfogarsi con le persone che gli stanno attorno e che gli vogliono bene. Tutto questo però non sembra mai abbastanza, forse a causa di Tessa che continua a dargli il tormento in quelle poche cose che sa bene lo fanno andare fuori di testa, forse a causa del suo temperamento sempre pronto dietro l’angolo pronto a scattare, o forse il destino che decide di giocargli un brutto scherzo.
Ed anche questa volta arriviamo alle considerazioni sul finale, non mi stancherò mai di ripetere che è sempre la parte che più preferisco, è sempre quella parte dove tutto sembra andare finalmente per il verso giusto, ma alla fine vi è quel colpo di scena che ci lascia letteralmente senza parole, con la curiosità di sapere cosa stia succedendo.  Questa volta After 4 non ci delude per niente, il colpo di scena è così inaspettato che non abbiamo nemmeno il tempo di realizzare costa stia succedendo davvero.
Eppure, non appena veniamo a sapere di questo “piccolo particolare”, che piccolo non lo è per niente, la nostra visione di After cambia completamente. Iniziamo a capire tante cose che prima ignoravamo completamenti, molti dialoghi avranno molto più senso, molte frasi e preoccupazioni acquisteranno il giusto valore.
Non voglio anticiparvi altro perché vale assolutamente la pena leggerlo e scoprirlo lentamente, scoprirlo nello stesso modo in cui Hardin verrà a saperlo.

Cosa resta da dire? Dieci stelle su dieci, non ho alcun dubbio!

Linda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *