“Ancora Viva” di Kate Alice Marshall è un concentrato di emozioni, angoscia e colpi di scena. Un libro da leggere tutto in un fiato.

Se siete alla ricerca di un libro che sappia emozionarvi, ma anche tenervi con il fiato sospeso, Ancora Viva fa sicuramente al caso vostro. Allert spoiler: sarà impossibile non commuoversi.

ancora viva

Titolo: Ancora Viva 
Autore: Kate Alice Marshall
Editore: Harper Collins
Genere:
Azione/Avventura
Link d’acquisto: Amazon

Trama

Oggi: Jess, 16 anni, è sola. L’incendio ha completamente distrutto il suo capanno. Sa che se non agirà in fretta il freddo la ucciderà prima che possa preoccuparsi del cibo. Ma è ancora viva, per ora… Ieri: Sono più di dieci anni che Jess non vede suo padre, un survivalista che vive totalmente isolato nella natura selvaggia; ma a seguito di un grave incidente in cui sua madre rimane uccisa e che la lascia gravemente ferita, è costretta a trasferirsi nel capanno del padre, in una remota località del Canada raggiungibile solo in idrovolante.

Il rapporto tra Jess e suo padre è tutto da ricostruire e, non appena cominciano a riconoscersi, un oscuro segreto del passato li raggiunge, causa la morte del padre e lascia Jess completamente abbandonata a se stessa. L’inverno è ormai alle porte, e per sopravvivere Jess deve procurarsi il cibo con la caccia o la raccolta di bacche, costruirsi un riparo e tenersi al caldo. L’unica creatura amica in quell’ambiente ostile è Bo, e a volte la sensazione che la natura crudele voglia annientarla rischia di sopraffarla, ma Jess è molto più forte di quanto abbia mai immaginato. Ed è decisa a sopravvivere. A qualunque costo.

Recensione

Ancora viva è un libro che ti cattura già dalla trama. Incuriosisce e dona un piccolo assaggio di ciò che si dovrà affrontare nel corso della lettura. Eppure non si è mai preparati abbastanza per ciò che ci scivolerà sotto gli occhi. Jess è la nostra protagonista, ha 16 anni e si ritrova costretta a raggiungere il padre in una sperduta località del Canada quando la madre viene a mancare a causa di un incidente stradale. La realtà in cui viene spinta è surreale, il posto in cui si trova è bellissimo, ma non adatto a una ragazza della sua età. Tagliata fuori dal mondo non ha possibilità di dialogare con nessuno se non con suo padre e il cane Bo. Niente cellulare, niente internet, niente amici. All’improvviso esistono solo lei e la natura. Ben presto però Jess si ritrova totalmente da sola insieme a Bo e qui inizia la lotta per la sopravvivenza.

“Sono sola. Ho poche provviste.
La temperatura sta precipitando.
Nessuno verrà a cercarmi.”

Sono momenti duri, difficili. Momenti in cui vorrebbe potersi arrendere e abbandonarsi. Altri in cui invece tira fuori tutta la grinta possibile per ricordare a se stessa di essere ancora in vita e di poter affrontare qualunque cosa. Entra da subito in gioco l’elemento portante di questo libro: la scoperta della propria forza interiore e il non perdersi mai d’animo nemmeno davanti alla peggiore catastrofe. E Jess lotta. Ci sono giorni in cui soffre di più. Momenti in cui pensa di non potercela fare, altri ancora in cui stringe i denti e scopre la propria volontà.

Ancora viva si divide in PRIMA e DOPO, dandoci modo di scoprire due parti della sua vita che altrimenti resterebbero nascoste nell’ombra. Quello di Kate Alice Marshall appare come un libro scritto dal pugno della protagonista con la speranza che, se le cose dovessero mettersi male, qualcuno riuscirà a ricordarsi di lei. Le pagine scorrono fluide e scorrevoli, non sono pesanti nonostante l’ambientazione e il tipo di trama scelta. Non ci si annoia facilmente, piuttosto si vive perennemente con il punto interrogativo e la voglia di scoprire cosa succederà e come finirà davvero questa catastrofica avventura.

L’adrenalina e i colpi di scena non mancano, forse tardano un po’ ad arrivare, ma non appena si presentano ti stritolano il cuore in una morsa, facendoti vivere con la tachicardia.

L’ho trovata non solo una lettura interessante e commovente, ma anche intensa. Non banale e da apprezzare fino alla fine.

Linda La Commare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.