Finalmente torna Whitney G. con “Baciami ancora una volta”. Un nuovo romanzo autoconclusivo solo in digitale facente parte della Turbolence series. In uscita il 15 luglio su tutti gli store.

SINOSSI

Prendimi. Baciami. Ancora e ancora.
Ci siamo incontrati sotto una nuvola di cliché: un ragazzo incontra una ragazza. Un ragazzo seduce una ragazza. Un ragazzo va a letto con una ragazza. La nostra storia avrebbe dovuto concludersi un attimo dopo essersi salutati per andare per la nostra strada. Ma poi ci siamo incontrati ancora… E nessuno dei due è riuscito ad allontanarsi. Le nostre regole erano semplici.
La nostra passione era scandalosa. I nostri cuori dovevano essere al sicuro… Ma quando trovi qualcosa di così divorante, di così inebriante e inesorabile, sei pronto a rischiare tutto quello che hai, anche se sei destinato a bruciare. Questi siamo noi. Questo è il nostro amore scombinato.

RECENSIONE

Aspettavo con ansia l’uscita di questo romanzo, affascinata come sono da sempre, da uomini che viaggiano nell’etere e sanno volare. La cover intrigante e la sinossi promettente mi hanno catturata con un solo sguardo. E vi assicuro che leggendolo poi ne sono rimasta sconvolta nel senso positivo del termine, ovvero sorpresa turbolentemente.

Jake è un pilota d’aerei ed un uomo dal fascino indiscreto e spudurato: è bello, vigoroso, possente, ha una lingua tagliente ed esperta, un passato traumatico da celare e da cui si nasconde non senza ostinazione e sofferenza. Usa tutto il suo charme e la sua avvenenza per fare stragi di indumenti intimi di pizzo e per aver l’ultima parola nella compagnia aerea. Jake è sprezzante con colleghi ed hostess, non rispetta le regole, e l’unica vita sociale che ha è quella di sollazzarsi con avvenenti e consenzienti donne negli hotel di scalo.

E’ come una macchina da guerra, Jake: programmato per fare tutto ciò e solo questo. Ma quando meno se lo aspetta, il meccanismo che finora l’aveva fatto girare in loop si inceppa. Alla vista di Gillian.

Non vi aspettate subito un cascamorto che repentinamente cambia il suo modo di vedere le cose perché una donna seducente e vispa l’ha intrappolato nella sua rete. No. Jake non è assolutamente il tipo.

Jake è invece il tipo che, avendo a che fare con una persona carismatica e perspicace come Gillian, deve solamente rivedere il suo modo di agire e relazionarsi con una gonna, per raggiungere sempre il medesimo scopo, ovvero portarsela a letto. E per una volta nella sua vita, ripetutamente. Perché Gillian non è come tutte le altre. Ha una marcia in più e un caratterino tutto pepe che lo mette in difficoltà.

Voglio stabilire anch’io alcune regole e condizioni per questo cazzo di accordo”. Gli occhi azzurri di Jake fissarono i miei vogliosi e possessivi. Mi trovai con le spalle contro la finestra e il bagaglio mi cadde a terra. “Se acconsento, non ci saranno chiacchierate sdolcinate a tarda notte e non dovrai mai pronunciare le parole ‘voglio qualcosa di più’, ‘noi due’, o ‘relazione’. E scordati che io ti porti fuori a cena.

Da qui inizia una passione senza contegno e senza remore, intervallata solamente dai voli, dagli scali e dal ritmo del loro sesso sfrenato che si sovrappone prepotente al ritmo dei loro pensieri e delle loro preoccupazioni. Un rapporto viscerale quello di Gillian e Jake che li incatena come chiodi nel muro. Oramai entrambi intrappolati nel menage della loro relazione, che via via diventa dipendenza, bisogno, fame, sete, sonno. Insomma il Tutto.

Non pensate però che il romanzo sia solo questo. E’ molto altro che non vi rivelo per non sottrarvi, mie cari lettori, il gusto di scoprirlo. Vi dico però che Whitney G. è una grande, perchè ha saputo intrecciare in quella che può sembrare una già sentita storia di sesso e amore, una carica adrenalinica da montagne russe, andando su e giù per tutti quei vicoli nascosti che rappresentano le anime complementari di Jake e Gillian.

Whitney G, più che negli altri precedenti romanzi, è stata superba nel narrare questa storia con la giusta dose di ironia, carica erotica, e cura dei dettagli, mescolandola ad un pizzico di romanticismo e di giallo psicologico. L’autrice soprattutto ha saputo intersecare la vita a bordo di un aereo con la precisione di chi sorvola i cieli quotidianamente,  i sentimenti dei protagonisti e le loro relazioni familiari col pathos puntuale di chi li respira sulla propria pelle.

Ed è stato soprattutto questo stile narrativo fluido e corposo, supportato da parti introspettive e dialogate, intervallato da diari di bordo, a conquistarmi.

Ve lo consiglio ampiamente. Anzi ve lo ordino. E alla fine mi ringrazierete quando conoscerete Jake.

xoxo Marylla

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *