“C’è un messaggio per te”, il nuovo libro di Christina Lauren vi farà ridere, ma anche riflettere!

Il libro di Christina Lauren, “C’è un messaggio per te”, è una piacevole scoperta. Non avevo mai letto un libro di questa autrice, ma dopo questa lettura ho una grande consapevolezza: voglio recuperare più titoli possibili. La sua scrittura coinvolge, appassiona e diverte. La storia dei protagonisti mi ha coinvolto fin dall’inizio e devo ammettere che ho apprezzato anche quelli secondari, tanto da desiderare di avere amici così nella vita.

c'è un messaggio per te

 

Titolo: C’è un messaggio per te
Autore: Christina Lauren
Genere: Romanzo rosa
Editore: Leggereditore
Link d’acquisto: Amazon.

Trama:

Millie Morris è sempre stata un maschiaccio. Professoressa della Università della California a Santa Barbara, è terribilmente scaltra nell’eludere discorsi troppo personali. E, proprio come i suoi quattro migliori amici e colleghi professori, è eternamente single.
Quest’anno, però, Mille e i suoi amici non hanno intenzione di andare non accompagnati al tradizionale banchetto annuale di laurea. Così fanno un patto: iscriversi a un sito di appuntamenti online per trovare il loro “+1”. C’è solo un intoppo. Dopo aver stretto l’accordo, Millie e uno dei ragazzi, Reid Campbell, trascorrono segretamente la notte più sexy della loro vita, ma decidono poi di restare amici.

Gli appuntamenti online, però, non sono per i deboli di cuore. Mentre i ragazzi sono inondati di match e potenziali appuntamenti, il profilo di Millie non ottiene altro che foto di uomini nudi. All’insaputa di tutti, crea così “Catherine”, un falso profilo, nei cui panni può concedersi ciò che desidera e osare senza limiti… E, mentre Catherine e Reid intrecciano una relazione virtuale, Millie non riesce a resistere alle tentazioni della vita reale. E così, in poco tempo, dovrà affrontare la sua peggior paura – l’intimità – e capire cosa vuole veramente oppure rischiare di perdere il suo migliore amico.

Un romanzo fresco, intelligente e capace di metterci in guardia su chi usa la rete e la sua copertura per giocare con i propri sentimenti e quelli altrui. Perché quando c’è di mezzo l’amore, c’è poco da scherzare.

Recensione:

Millie è un vero disastro quando si tratta di sentimenti e non riuscirebbe a riconoscerli nemmeno se qualcuno glieli sbattesse in faccia. Al contempo, però, è brava ad ascoltare gli altri e dar loro consigli. Tutto fila liscio finché non deve aprirsi a sua volta. Se qualcuno dei suoi amici osa porgerle una domanda personale, lei fugge o risponde in modo frettoloso senza addentrarsi nei dettagli. E forse è proprio questo lato del suo carattere che la spinge ad essere single. Non è l’unica, però. Anche i suoi più cari amici sono single e insieme decidono di commettere il passo più scontato che tutti, almeno una volta nella vita, abbiamo compiuto pur di sbloccare la situazione: iscriversi in un’app d’incontri.

Da qui si snocciola l’intero “C’è un messaggio per te”.

Troviamo appuntamenti, riferimenti ai classici cliché che troviamo su internet (perché nel ventunesimo secolo ancora nessuno ha capito che le foto intime sui social non sono opportune o richieste?), e le doppie personalità. Inoltre il libro affronta un’altra tematica molto vicina alla realtà di questi siti; com’è descritto più volte dalla nostra Millie, con il suo profilo falso – Catherine – lei attua / dapprima inconsapevolmente e poi consciamente / un vero e proprio Catfhish al suo migliore amico Reid.

Per chi non lo sapesse, con “Catfish” s’intende l’atto di fingere false identità tramite una chat o un social network creando, quindi, dei profili fake. “C’è un messaggio per te” prende questo fenomeno e, anche se alla buona, se ne appropria aprendoci gli occhi sull’uso dei social. Risucchiata dalla realtà e dalla finzione, Millie non sa più come uscirne.

“Questo è ufficialmente troppo, per me. È come
se fossimo in un furgone, sospesi sul ciglio
di un precipizio. Se ci incliniamo da un lato,
scivoleremo di nuovo al sicuro. Se lo
facciamo dalla parte opposta, precipiteremo a
testa avanti in un cayon. Il problema è che non
ho idea di quale sia la direzione verso cui dovrei
inclinarmi per riportarci al sicuro.”

In “C’è un messaggio per te” mi ha colpito molto la narrazione. Il romanzo si divide in due POV. Abbiamo sia il punto di vista di Millie, sia quello di Reid. Uno dall’altro sono totalmente diversi, com’è giusto che sia, ma descritti in modo impeccabile. L’autrice non si perde in stupide descrizioni perdendo di vista lo scopo dell’intero capitolo, ma trova una via di mezzo che riesce a catturare il lettore. Lo inserisce nell’ambiente, lo aiuta a perdersi tra i loro pensieri/riflessioni e lo aiuta a divertirsi con le loro battutine. Inoltre gli permette di conoscere per bene i personaggi tramite racconti presenti e futuri. Ho apprezzato molto le sfaccettature di ogni singolo personaggio, non solo dei due protagonisti. Ho amato anche Alex, Ed e Chris, perché nella loro semplicità sono speciali. Unici. Ti rimangono a mente. I dialoghi sono divertenti ma anche riflessivi.

[…]
«Penso che tu valga più dei tuoi
lati più semplici». Lascia andare le mie
mani, che mi ricadono lungo i fianchi
«E ho bisogno di qualcuno che
pensi lo stesso di me»

“C’è un messaggio per te” ti spinge a riflettere su diverse tematiche e lo fa soprattutto tramite Millie. Ci aiuta a capire che non bisognerebbe mai dare per scontati i rapporti che abbiamo, che sia di amicizia o che siano d’amore, e che bisogna crescerli e curarli con pazienza. Come se si avesse tra le mani una piccola piantina a cui dare le giuste attenzioni per non farla morire. Non bisogna mai trascurare la famiglia, perché è il fulcro principale della nostra esistenza e, infine, che bisogna stare attenti all’uso che facciamo di internet. State in guardia da chi utilizza questi social per esprimere le proprie emozioni, non fidatevi delle persone che conoscete “solo” online perché trovare qualcuno pronto a giocare con i vostri sentimenti potrebbe essere troppo facile. E soprattutto non siate voi gli artefici di un uso scorretto dei social. Affrontate la vita di petto e con coraggio, e vedrete che questa vi ripagherà!

Ho amato questo romanzo in tutto e per tutto: dalla descrizione dei personaggi, alla trama, al continuo svolgersi dei fatti fino allo stile di Christina Lauren. Per questo il mio voto non potrebbe essere altro che un cinque stelle!

Linda.