Valeria Benatti, autrice di “Da oggi voglio essere felice”, pone la dovuta attenzione sul tema sottovalutato dei bambini in affido attraverso l’innocenza dei più piccoli e il coraggio di educatori e volontari delle comunità.

È molto facile giudicare come ignorare per chi non ha vissuto una realtà difficile e ingarbugliata come può essere quella dei bambini in affido e dei loro genitori. È un mondo fragile, che per molti di noi appare incomprensibile: “come può una madre fregarsene a tal punto del proprio figlio? Come può essere così violenta? Ma dov’è l’istinto materno?”; non ce lo spieghiamo e troppo spesso non pensiamo che dietro all’aggressività, a quell’essere inaffettivi verso i propri figli, si nasconde un passato di abusi. Una bambina violata, che dell’infanzia ricorda solo brutture e dolore, il senso di impotenza di fronte a un padre violento che picchiava la madre, l’inadeguatezza e la rassegnazione: io non mi posso più salvare.

Da oggi voglio essere felice

Titolo: Da oggi voglio essere felice. 
Autore: Valeria Benatti. 
Editore: Giunti Editore. 
Data di pubblicazione: gennaio 2020. 
Link d’acquisto: Amazon 

Trama: 

Un romanzo struggente e delicato sul tema dei bambini in affido: un mondo così vicino a noi, di cui sappiamo così poco.
Quando Nino arriva in comunità ha lo sguardo smarrito di un bambino di cinque anni che non capisce perché quella mattina, all’asilo, sia stato prelevato da un gruppo di sconosciuti invece che dalla sua mamma. Quella mamma che arriva sempre tardi, è spesso nervosa e lo fa vivere in un’enorme casa occupata piena di gente strana come lei.

Però è l’unica mamma che Nino abbia mai conosciuto e non può certo lasciarla sola: Gianna ha bisogno di lui. Ma a poco a poco, la vita serena in comunità insieme agli altri bambini, la dolcezza degli educatori e dei volontari, la sicurezza della routine gli fanno temere il momento in cui dovrà rivederla. Lo riconoscerà, adesso che è così pulito, ben vestito e pettinato?

Sarà arrabbiata con lui per essere stata abbandonata? Comincerà a urlargli contro come al solito? Il senso di colpa e l’ansia crescono ancora quando Nino scopre che c’è una famiglia che vorrebbe accogliere proprio lui: una mamma, un papà, una sorellina e perfino un cane, che vivono in una bella casa e fanno le vacanze in camper. Davvero può fare questo a Gianna, lasciandola sola al suo destino?

Recensione:

Ed è vero che non possiamo salvare chi non vuole, ma possiamo impegnarci perché cambi idea. Stimoli! È questo che serve alle madri in difficoltà, sull’orlo del baratro, e ai loro bambini che nelle comunità aspettano di riabbracciarle; pur avendone paura perché troppo spesso è stata aggressiva senza motivo, pure se ha gli occhi cerchiati ed è sgangherata come Gianna, la madre di Nino, entrambi protagonisti del libro “Da oggi voglio essere felice”. In fondo, la madre è una sola e te la porti dentro per tutta la vita, come puoi smettere di preoccuparti per lei e di sperare che tornerete insieme? Che lei migliori, e diventi come le mamme dei tuoi compagni di scuola, che sembrano uscite da una favola.

Questi bambini, nell’attesa che il miracolo accada, hanno bisogno di qualcuno che si prenda cura delle loro ferite. Che dia amore, che li faccia sentire protetti, che gli insegni il modo giusto per stare al mondo, che dia carezze e una quotidianeità serena. Quel qualcuno sono gli esperti, gli psicologi, gli educatori, i volontari delle “Comunità”. Ci vuole coraggio per sobbarcarsi dei problemi di questi bambini, un cuore grande che fa da spugna, non è affatto facile restare distaccati e lucidi: di tutto questo ci parla in maniera davvero toccante, a tratti cruda, con profonda emozione Valeria Benatti in “Da oggi voglio essere felice”.

Il libro tocca un tema davvero delicato, spesso sottovalutato, per alcuni addirittura invisibile eppure è così grande… Riesce a mettere tutto su carta, nero su bianco, attraverso gli occhi dei bambini e dei genitori: naturali e affidatari; seppure narrato in terza persona. E non pensate che sia una lettura pesante, illuminante e profonda sì, le pagine scorrono abbastanza in fretta e ti portano dentro ai pensieri e alle paure e ai sogni di adulti e bambini. 
“Da oggi voglio essere felice” è denuncia, informazione, ed è inno alla felicità duramente conquistata attraverso il proprio dolore; quello subito, quello inflitto, quello che non si dimentica ma che può essere sostituito con l’amore. Vi consiglio assolutamente di leggere questo libro di Valeria Benatti, per vederci chiaro, per entrare approfondire un tema al quale troppo spesso tendiamo a non dare importanza.

  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares
  • 6
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *