“E se perdo te?” segna l’esordio letterario di Claudia Bacci.

Claudia Bacci ci propone una storia semplice di un’amicizia profonda che sfocia, come spesso accade, in amore.

E se perdo te

Titolo: E se perdo te?
Autore: Claudia Bacci
Genere: romanzo rosa
Link d’acquisto: Amazon

Trama

Alessio è affascinante, intelligente e affidabile, ha un lavoro che ama nella casa editrice del padre e un appartamento con vista mozzafiato su Firenze. Ma per quanto si sforzi non riesce a trovare una donna a cui legarsi per più di una sera. Perché Alessio non riesce a fidarsi, e non riesce ad aprirsi, con nessun’altra eccetto Giulia. Giulia, è l’amica da una vita, con lei condivide tutto: vacanze, confidenze, e s’intrufolano l’uno nella casa dell’altra per una pizza o una risata inattesa. Quando Alessio ha problemi con una donna ne parla a Giulia, e Giulia fa lo stesso con lui. Scherzano spesso dicendo che, sposarsi tra loro, è l’unica soluzione all’inevitabile vita da single. Fino al giorno in cui Alessio si accorge che qualcosa è cambiato, che qualcosa, o qualcuno, si è infilato nella loro amicizia.

 

Riuscirà Alessio a trovare la strada per riavvicinarsi a Giulia e salvare il loro bellissimo rapporto?

Recensione:

E se perdo te? racconta di un’amicizia bellissima tra Alessio e Giulia, nata in uno stadio, in occasione della visione di una partita di calcio del Torino, che diventa ben presto importante per entrambi creando un rapporto quasi viscerale che cela una forte complicità a cui è difficile dare la giusta collocazione.

Un rapporto pulito, autentico e speciale quello raccontato dalla penna di Claudia Bacci, che mostra quanto il loro viversi renda migliori entrambi, tenendoli in un equilibrio perfetto.

Si sa che però basta poco per rompere qualsiasi equilibrio, ed è proprio quello che succede in E se perdo te? dove tutto si spezza quando subentra la gelosia; un sentimento che nessuno dei due sa spiegare,  ma che porterà a forti cambiamenti.

Il romanzo di Claudia Bacci l’ho trovato piacevole da leggere, con una storia veloce e leggera, costruita abbastanza bene anche se forse un po’ prevedibile negli avvenimenti che la compongono.

Ho apprezzato di più la parte iniziale, più ricca strutturalmente, mentre ho riscontrato grossi problemi in quella centrale che ricorda più un riassunto anziché una narrazione con dialoghi e avvenimenti ben delineati.

In E se perdo te? la scrittura, seppur corretta e fluida, mi ha dato la percezione di essere troppo concisa e frettolosa non dando modo al lettore di godersi a pieno la narrazione degli eventi, rendendola invece a tratti mancante.

Quella uscita dalla penna di Claudia Bacci è una storia abbastanza piacevole ma un po’ da perfezionare nella struttura e nella scrittura.

Valentina Bonavita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.