Nelle librerie italiane da oggi 18 maggio, grazie a Mondadori, “I guardiani del faro” di Emma Stonex è un romanzo molto suggestivo ispirato a una storia realmente accaduta e che ha già riscosso grande successo in Gran Bretagna.

Tre guardiani del faro di Maiden Rock, al largo della Cornovaglia, scompaiono misteriosamente. La porta d’ingresso è chiusa dall’interno, la tavola è apparecchiata e gli orologi sono fermi alle 8.45. Non c’è nessuno. E nessuno sa cosa sia successo.

I guardiani del faro. Emma Stonex

Titolo: I guardiani del faro
Autore: Emma Stonex
Editore: Mondadori
Genere: Narrativa
Link d’acquisto: Amazon

Trama: 

Cornovaglia, Inghilterra, fine dell’anno 1972. Una barca approda al faro dello Scoglio della Fanciulla, un isolotto remoto a miglia di distanza dalla costa, per dare il cambio ai custodi. Il primo guardiano Arthur Black, il primo assistente William “Bill” Walker e il secondo assistente Vincent Bourne sono svaniti nel nulla.

La porta d’ingresso del faro è chiusa dall’interno. Gli orologi in soggiorno e in cucina sono fermi alle 8,45. La tavola è preparata per un pasto che non è mai stato consumato. E la torre è vuota. Il registro meteorologico del capo dei guardiani descrive una tempesta che infuria intorno all’isola, ma il cielo è stato sereno per tutta la settimana.

Cos’è successo ai tre uomini? Il mare agitato sussurra i loro nomi. La marea si muove, annegando i fantasmi. E fuori dalle onde, come un dito di luce, la torre graffiata dal sale si erge solitaria e magnifica. I loro segreti potranno mai essere recuperati dalle onde?

Vent’anni dopo, le donne dei tre guardiani stanno ancora cercando di andare avanti, anche se senza risposte. Helen, Jenny e Michelle avrebbero dovuto essere unite dalla tragedia comune, che invece le ha separate. Fino a quando, un giorno, uno scrittore le contatta: vuole scrivere un libro su quel mistero irrisolto e dare loro la possibilità di raccontare la propria versione della storia. Ma solo affrontando le paure più oscure di tutti i protagonisti della vicenda la verità può iniziare a emergere.

Attraverso i racconti delle tre donne e le ultime settimane degli uomini al faro, i segreti a lungo custoditi vengono alla luce e le verità si trasformano in bugie mentre il giovane scrittore cerca di capire cosa è successo, perché e a chi credere.

Ispirato da eventi reali, I guardiani del faro è un romanzo avvincente e ricco di suspense, una storia indimenticabile di isolamento e ossessione, di realtà e illusione, di amore e dolore, che esplora il modo in cui le nostre paure offuscano il confine tra il reale e l’immaginario.
Conteso all’asta da tutti gli editori del mondo, è stato definito da “USA Today” “uno dei cinque libri imperdibili dell’anno” e dal “Guardian” “il romanzo da leggere assolutamente nel 2021”.

Recensione:

Ci troviamo in un arco temporale di vent’anni, dal 1972, anno in cui i guardiani del faro spariscono misteriosamente, al 1992 quando un giovane scrittore cerca di capire cosa è successo a quegli uomini: Arthur, Bill e Vince. Attraverso uno stile narrativo fervido, servendosi di flashback e dello scrittore, Emma Stonex conduce un’indagine su quello che è potuto accadere nel 1972 e le conseguenze che ha generato la misteriosa sparizione nel corso dei vent’anni successivi.

Le vite dei tre guardiani del faro vengono setacciate tramite la loro voce, supposizioni tratte dalle interviste e che lo scrittore mette nero su bianco componendo il suo romanzo, e dai racconti e ricordi e dubbi delle mogli e compagne di questi tre uomini. Ogni persona vicina ai guardiani si sente colpevole, ognuna di esse custodisce un segreto che confesserà allo scrittore come un enorme macigno dal quale liberarsi. Nel passato dei guardiani c’è del limpido e c’è del torbido…

Emma Stonex ha condotto uno studio certosino e davvero interessante su quale fosse il tipo di vita che un tempo conducevano realmente i guardiani del faro, quando non era tutto automatizzato come oggi, e la convivenza forzata nei fari come “La Fanciulla”, che sbucano direttamente dal mare e non consentono un legame con la terraferma per molte settimane, fino al cambio turno, poteva diventare un filo spinato sull’orlo della frustrazione. E la frustrazione si sa, può giocare brutti scherzi, in un lungo periodo di cinquanta giorni e oltre può farti vedere cose che forse esistono solo nella tua mente…

Con un crescendo di misteri e ossessioni, la realtà che si mescola all’immaginazione, “I guardiani del faro” è una lettura particolare, intensa, a tratti inquietante e molto coinvolgente. Emma Stonex ha creato pagina dopo pagina un’atmosfera sempre più suggestiva, capace di inchiodare a quel dato momento e smuovere diverse sensazioni nel lettore: curiosità in primis, incertezza, apprensione e, appunto, inquietudine.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *