Cairo Editore ci mostra, grazie alla penna di Melanie F, uno scorcio realistico e dettagliato di cosa significhi essere donne nel mondo degli Emirati Arabi.

La donna perfetta è in libreria dal 15 marzo!

Titolo: La donna perfetta

Autore: Melanie F.

Editore: Cairo Publishing

Genere: Narrativa Contemporanea

Data di pubblicazione: 15 marzo 2018

Link di acquisto: Amazon

SINOSSI

Anna, una ex giornalista italiana sposata a un ricco businessman emiratino, vive tra agi, jet set e serate glamour, persa in un universo di donne sofisticate che combattono nel mare della spietata concorrenza delle “altre” e di uomini fatti con lo stampino: onnipotenti, complici, affascinanti ma traditori. Un mondo che sembra un gioco crudele dove brilla Oxana, bellissima modella russa, uscita dal paginone centrale di Playboy. Due donne e due storie che si intrecciano: Anna, costretta a letto da una gravidanza a rischio e alle prese con un parto prematuro, diventa spettatrice esterna di questo mondo dorato e plastificato, le cui cronache mondane arrivano dalle chiacchiere con l’amica Oxana. Confinata tra casa e ospedale, Anna lotta contro l’indifferenza del marito, contesta i ruoli e combatte contro un ingiustificato senso di colpa di fronte alla sua bambina tanto vulnerabile. Oxana, meraviglioso cocktail di innocenza e seduttiva aggressività, arrampicatrice sociale pronta a tutto pur di garantirsi un futuro e una posizione nella cinica Dubai, si rivela fragile e umana grazie ai flashback sul suo passato e alle confessioni fatte ad Anna. Una favola moderna per farci sognare e per capire i meccanismi di una società che non è poi così diversa dalla nostra. E anche quelli di un matrimonio tra due culture, tra Islam e Occidente, in cui le dinamiche dell’amore sono quelle universali: la crisi di una gravidanza difficile, l’impotenza della coppia di fronte a un destino che ti fa uno sgambetto.

Una saga di donne da copertina, belle e impossibili, ma vicine nella loro sofferenza, ingenuità, e nella ricerca di una felicità che sembra sempre a un passo.

RECENSIONE

Ho impiegato una settimana intera per leggere questo libro, evento raro per una divoratrice di libri come me. E ho impiegato giorni prima di decidermi a mettere nero su bianco cosa mi ha suscitato. Premetto che è la prima volta che leggo un libro di Melanie F. e ne sono rimasta ammaliata, ma solo in principio.

Senza dubbio la storia e le protagoniste mi hanno catturata sin dalle prime pagine, sia per il tema trattato che per la buona caratterizzazione di Anna e Oxana. Tuttavia lo stile dell’autrice, se all’inizio mi aveva sorpresa poiché inusuale, proseguendo con la lettura mi ha coinvolta sempre meno, mi risultava a tratti quasi discontinuo, poco fluido insomma.

Anna e Oxana sono due donne con origini e modi di pensare diversi, eppure accomunate da un destino spaventosamente simile. La vita a Dubai, un non luogo dove le donne sono per lo più lampadari, agghindate a fianco di uomini che le considerano fin quando sono belle e disponibili, poiché sempre alla ricerca di nuovi stimoli. Anna è un’ex giornalista italiana, che ha lasciato il suo lavoro per adeguarsi allo stile di vita del ricco marito. Più passano i giorni però, più si rende conto che l’uomo che ha al fianco è tutt’altro che perfetto, oltre che assente per la maggior parte del tempo. Complice una gravidanza difficile, e voluta esclusivamente da Anna, si rende conto di essere sola anche se sempre circondata da persone, in un mondo che sente sempre più estraneo.

Oxana è una modella russa, superficiale in apparenza e disposta a tutto pur di accaparrarsi un ruolo all’interno del jet set di Dubai, ma in realtà fragile e insicura per via del suo passato. 

Un passato fatto di assenze e mancanza di affetto, che la accomuna a quello di Anna, i cui frequenti sogni e pensieri hanno fornito uno stralcio molto dettagliato di un’infanzia per nulla serena. La loro è un’amicizia nata dalla forza della disperazione, sebbene celata e quasi mai mostrata agli altri. Spesso in silenzio, spesso lontane, intrecciano i loro avvenimenti, le loro pene, i loro dubbi e i loro desideri.

A fare da protagonista del romanzo, assieme a loro, è Dubai: l’incontro tra Oriente e Occidente in una città orientale che si traveste da occidentale grazie ai dettami del dio denaro. Una città in cui regna il cinismo, le false amicizie e le apparenze, che ingurgita chi non sa difendersi con le unghie e con i denti.

La donna perfetta è la storia di due donne che possiedono molteplici sé, che mostrano a seconda dell’occorrenza: madre, figlia, moglie, donna-oggetto; succubi, tenaci, fragili, forti. Perfette in apparenza, piene di crepe interiormente. Abitanti di una società che non si premura di ciò che sono, ma solo di come appaiono.

Melanie F. getta uno sguardo realistico e schietto sul mondo degli Emirati Arabi, con una scrittura e uno stile che non prevede, a mio parere, mezze misure: o piace o non piace. Non vi resta quindi che leggerla per scoprire se faccia o meno al caso vostro.

Veronica Palermo

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *