Buon pomeriggio trattine! Oggi voglio parlarvi di un romanzo che in America è andato sul grande schermo. Un Young Adult educativo e formativo molto interessante.

Titolo: La ragazza del mare

Autore: Sara Zarr

Genere: Young Adult

Editore: Leggereditore

Data d’uscita: novembre 2017

Link d’acquisto: Amazon

SINOSSI

Dopo che il padre l’ha sorpresa sul sedile posteriore di una macchina insieme a Tommy Webber, la vita della giovane Deanna è diventata un incubo. A distanza di due anni suo padre, che non riesce a perdonarle quell’errore, a stento riesce a guardarla in faccia. Anche se Tommy è l’unico ragazzo con cui sia mai stata, l’intera scuola la etichetta come una “ragazza facile”. Non potendo contare sull’aiuto della sua famiglia, Deanna cerca di trovare conforto in Tommy, ma lui, proprio come tutti gli altri, non fa che deriderla e tormentarla. In più, le sue due migliori amiche hanno cominciato a uscire con alcuni ragazzi, e lei si sente una specie di intrusa tra loro. Cerca allora di mantenere saldo almeno il rapporto con Darren, il fratello maggiore, ma ora che lui e la sua fidanzata sono assorbiti dai loro problemi di genitori adolescenti, deve imparare a difendersi da sola. Lo fa diventando ogni giorno più dura e insensibile, per quanto l’isolamento in cui si ritrova la faccia soffrire terribilmente. Il suo unico sollievo è un giornale su cui descrive la vita di una ragazza anonima… la sua stessa vita. Un romanzo emozionante sul difficile tema del bullismo e su come sia complicato perdonare se non si è disposti a fidarsi ciecamente l’uno dell’altro.

RECENSIONE

Leggere uno young adult è per me sempre un viaggio nel tempo e nell’immedesimazione giovanile. I ricordi adolescenziali restano sempre impressi nella nostra memoria, in quanto rappresentano anni di spensieratezza ed incoscienza, e soprattutto profumano di prime volte. Il confronto è poi inevitabile.

L’autrice Sara Zarr ha ritratto con scanzonata spensieratezza giovanile, servendosi dell’unico POV al femminile della protagonista,  la tipica famiglia americana media: preoccupata dall’economia, sopraffatta dal mancato dialogo fra i suoi componenti e dai singoli interessi di ognuno. Manca la comprensione, la ragionevolezza, l’amalgama.

Ogni personaggio, sia esso interno o esterno alla famiglia di Deanna – la protagonista del romanzo – si comporta perseguendo propri obiettivi, senza tener conto dell’altro nè tanto meno ascoltando l’altro. A meno così pare fino ad un certo punto, quando Deanna, chiarendosi col suo passato tumultuoso, fa una piacevole scoperta: tutto si può risolvere, se lo si vuole.

Venirsi incontro è quanto di più bello ci possa essere, è un fenomeno quasi magico. E allora Tommy Webber – il ragazzo con cui suo padre l’aveva beccata sui sedili posteriori di un’auto  – non è più solo quel Tommy che fu la causa di tutti i suoi guai, ma una tappa della sua vita. Suo fratello e la ragazza non sono l’ancora di salvezza cui aggrapparsi ma gli affetti più cari. I suoi genitori non sono il metro di giudizio dei suoi comportamenti ma semplicemente coloro che in nome del bene infinito commettono degli errori di valutazione e allo stesso tempo fanno ciò che pare giusto in un dato momento.  

Deanna, ogni giorno agisce, magari sbaglia, cresce e poi matura. Con la consapevolezza che si può andare avanti, cercando nuovi equilibri, buoni compromessi e soprattutto dialogare. Deanna, è pronta a salpare, togliere l’ancora che la tiene impigliata nel porto e navigare nelle acque della vita. E’ soprattutto pronta a rischiare e comprendere se stessa e gli altri.

Con una scrittura scorrevole, semplice e diretta,  la Zarr mette in piazza pensieri giovanili, li complica, li annoda sempre più stretti e li scioglie con una facilità estrema, proprio come fanno i teen ager che in un attimo si sentono persi e l’attimo dopo hanno risolto ogni dilemma, spazzando via i problemi con la stessa forza, la stessa velocità di un tornado.

Leggere questo romanzo è stato abbastanza istruttivo e mi ha dato molti spunti su cui riflettere. lo consiglio, soprattutto ai giovani, ma anche a chi ha a che fare con loro, come genitore, educatore o insegnante.

xoxo Marylla

  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

One Comment on “Recensione: La ragazza del mare di Sara Zarr.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *