L’amica d’infanzia è il nuovo romanzo di Jessica Fellowes.

Ci sono diversi modi di vivere o vedere un’amicizia. Ci sono quelle che durano una vita, quelle di passaggio, quelle che lasciano un segno positivo e altre solo un ricordo che vorresti cancellare. Nel caso di L’amica d’infanzia, l’amicizia che ci prepariamo a conoscere è indissolubile, ma ciò non vuol dire che sia sempre salutare. Il rapporto che cresce e vive tra le due donne è spesso costellato di alti e bassi, di riavvicinamenti, di competizioni, di amori e invidie. Una di quelle amicizie che riesce a darti tanto amore, così come tanto dolore.

l'amica d'infanzia

Titolo: L’amica d’infanzia
Autore:  Jessica Fellowes
Editore: Mondadori
Genere: Giallo/Thrieller
Data di pubblicazione: 13 Aprile 2021
Link d’acquisto: Amazon

Trama:

Nonostante le profonde diversità, Bella e Kate sono amiche fin da bambine: Bella, introversa e insicura, vive all’ombra di Kate che invece ha imparato a utilizzare il suo fascino per manipolare le situazioni e si nutre dell’ammirazione dell’amica. Quando i genitori di Kate si trasferiscono in un’altra città, Kate tradisce la promessa di rimanere in contatto con Bella e sparisce.

Molti anni dopo, si trovano a vivere nello stesso quartiere, entrambe adulte e sposate: Bella è un’artista affermata, Kate invece un’attrice di scarso successo, ma basta un attimo perché Bella ricaschi nella rete magnetica e pericolosa di Kate. Con il passare dei mesi la spirale di ambiguità della loro amicizia diventa sempre più feroce fino a degenerare durante una festa, dove Bella, complice l’amica, perde completamente il controllo. Una sera che segnerà per sempre il destino delle due donne con esiti drammatici.

Recensione:

È difficile descrivere Kate e Bella perché sono tante cose, ma al tempo stesso non ne sono nessuna. Sono amiche, ma potrebbero anche essere nemiche, sono affabili, sono scostanti, sono leali, sono infedeli, si vogliono bene e qualche volta si odiano. Il loro rapporto è forte, debole, benevolo e velenoso. Insieme sono state bambine, sono state mamme, sono state amiche e conoscenti. Riescono a lasciarsi e riprendersi, farsi male e lenire le loro ferite. Sono tante di quelle cose che stare al loro passo non è facile, ma è proprio questo che ti tiene legata al romanzo.

Si conoscono dall’età di sei anni e condividono ogni segreto. Diventano una parte fondamentale dell’altra, fino a quando Kate non è costretta a trasferirsi con la famiglia e lasciare Bella. La promessa di sentirsi e di spedirsi delle lettere però viene infranta proprio dalla stessa Kate e per anni nessuna delle due ha modo di sentirsi.

In passato, affranta per la scomparsa improvvisa di Kate, aveva deciso di non rischiare più di soffrire così per nessuna “migliore amica”. In amicizia come in amore, era più semplice proteggersi con l’astinenza. 

Si rincontrano dopo anni; sono entrambe adulte, entrambe sposate, entrambe mamme, entrambe donne con una carriera. Così  tornano ad essere amiche. Tornano a condividere la vita, i segreti, le gioie e i dolori fino a quando succede qualcosa che le porta a separarsi nuovamente. 

L’amica d’infanzia si presenta come un Giallo/Thriller, anche se a mio avviso si discosta un po’ da quel genere per avvicinarsi più ad un romanzo psicologico. È una bella storia, ma non c’è l’adrenalina che si vive nei libri di quel genere, non ci sono indagini, non ci sono inseguimenti delle polizia. La storia non si basa su un delitto o su un segreto come vuole far intuire la trama. Tuttavia il libro ha un forte impatto emotivo e descrive una storia forte. Affronta il tema dell’amicizia e ci spinge a riflettere proprio su questo argomento. Ci aiuta a capire quando un’amicizia diventa soffocante, quando diventa pericolosa e quali limiti non bisognerebbe mai superare.  La lettura è veloce, la maggior parte dei capitoli sono sotto forma di discorso diretto, e questo far si che le pagine vengano divorate in pochissimo tempo. La scrittura di Jessica Fellowes è coinvolgente, è scorrevole e mai pesante. Nemmeno nei capitoli narrativi.

Sebbene non abbia rappresentato il genere che ci si aspetta, la lettura è piacevole. La storia è molto bella, le due protagoniste ben caratterizzate e risulta essere coinvolgente. L’autrice riesce a tenerti incollata alla sua scrittura e a quelle pagine, per questo non posso non dare una valutazione più che positiva.

Linda.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *