Buon pomeriggio trattine! Oggi vi parlerò dell’ultimo capito della serie “Hearts” di Claire Contreras, un’autrice bestselling che mi ha sempre coinvolta emotivamente, in ogni storia narrata.

Titolo: Love in my heart

Autore: Claire Contreras

Serie: Hearts Series Vol. 4

Editore: Newton Compton

Genere: Contemporary Romance

Prezzo Ebook: 4.99 euro

Link d’acquisto: Amazon

SINOSSI

Victor Reuben è l’avvocato divorzista più richiesto di Los Angeles. Nicole Alessi è la futura ex moglie della star più brillante di Hollywood, l’ultima cliente di Victor e la figlia del suo capo. Con un divorzio di così alto profilo, non ci si può permettere nessun passo falso. Per fortuna nessuno dei due ha niente da nascondere. A meno che non si consideri il sesso fantastico che hanno condiviso… Una… Due… Tre volte molti anni prima. Se lasceranno il passato dov’è, andrà tutto bene. Ma lei indossa quei vestiti così sexy e lui le scocca quelle occhiate infuocate… Tenere le mani a posto sembra più difficile di quanto avessero immaginato. Presto i paparazzi cominceranno a sentire puzza di bruciato…

RECENSIONE

Il quarto capitolo della “Hearts series” ha come protagonisti Victor Rouben – fratello di Estelle, protagonista del primo volume della serie, – e Nicole Alessi, figlia del capo di Victor. Quest’ultimo è un avvocato di grido, sempre sulla griglia di partenza per raggiungere nuovi traguardi, come quello di diventare partner dello studio legale presso cui esercita le sua abilità oratorie e dove inevitabilmente ha raggiunto successi, ricevuto plausi e numerose pacche sulle spalle da compiacimento.

Se Victor è la mente eccelsa che sfodera arguzia come fosse il protagonista di un appuntamento sul ring di cappa e spade, Nicole è l’estroversa figura che esplica tutta la sua creatività artistica nella realizzazione di costumi di scena per il grande schermo. Ed è grazie al suo lavoro che ha conosciuto il suo futuro ex marito, un attore affermato sempre sotto i riflettori per la fama hollywoodiana e per le scene e i retroscena di una vita privata agevole, lussuosa, dissoluta e lussuriosa.

Ed è proprio quando Nicole non vuole più stare sotto le luci della ribalta, ovvero quando inizia a rifiutarsi di recitare la parte della mogliettina felice che entra in scena Victor, l’uomo più affascinante e sexy che abbia mai conosciuto, colui il quale anni prima le strappò il cuore dal petto, gettandolo in pasto al primo uomo che avrebbe corteggiato la figlia del suo capo.

Nicole si trova quindi fra due fuochi: un marito che aveva amato e che faceva fatica a lasciar andare e un avvocato, il suo, dipendente di suo padre, che non aveva mai dimenticato e che ogni volta che incontrava le piombava addosso il suo sguardo infuocato e si sintonizzava sullo stesso canale, quello dei pensieri a luci rosse che entrambi facevano.

Nicole è senza dubbio la protagonista indiscussa di questo romanzo, la ragazza divisa tra i sensi di colpa per un matrimonio naufragato e una relazione mai del tutto sopita; tra un uomo che le aveva promesso il per sempre felici e contenti e uno che le chiedeva soltanto di godere l’attimo. Nicole è la donna che deve ancora adempiere ai doveri coniugali e sottostare alle apparenze che il red carpet e la buona società impone, quando magari l’unica cosa che vorrebbe veramente è essere se stessa, senza filtri e senza veli.

La signora Alessi è un personaggio strutturato, solido e verosimile, con una femminilità spiccata e un senso del dovere e della famiglia ben saldo. Una donna che ha le sue fragilità, insicurezze e titubanze, che si sente se stessa e sicura solo tra le braccia di Victor, un personaggio, al contrario, non perfettamente sviluppato, il classico belloccio ambizioso che di colpo si innamora della figlia del capo. Un ragazzo circondato di amici, che scopre di avere un cuore grande e generoso. Un gentiluomo che saprà difendere e conquistare la sua donna. Un protagonista irrorato da clichè sviluppati in modo poco originale.

La trama, anch’essa piuttosto canonica, riesce a decollare, seppur a bassa quota, grazie soltanto alla figura femminile della sua protagonista femminile e alle suo barcamenarsi fra ciò che è giusto fare e ciò che invece è doveroso.

E ora la nota dolente: la traduzione. Merita proprio la penna rossa scolastica: congiuntivi pressocché sconosciuti, costruzioni sintattiche sgrammaticate, e una parola “affanculo”, si scritta proprio così, che si ripete in loop. E questo mi ha rallentato, in modo esponenziale, la lettura rendendomela in alcuni punti proprio sgradevole.

Di tutto questo me ne dispiaccio, perché gli altri volumi della serie non solo mi erano piaciuti un sacco ma mi avevano proprio coinvolto emotivamente. Love in my heart mi ha lasciato l’amaro in bocca, invece.

Mi auguro che la Newton porti in Italia altri romanzi della Contreras, perchè tutto sommato è un’autrice le cui storie romanzate risultano essere di mio gradimento, e spero vivamente che la prossima volta la traduzione sia all’altezza.

xoxo Marylla

 

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *