Buon pomeriggio trattine. Oggi Veronica ci parlerà di LOVER BOY (The Storm Series Vol. 3) di Samantha Towle.

SINOSSI

Lyla Summers odia gli uomini. Se può evitarli ne è più che contenta. Suo padre l’ha ignorata per tutta la vita, suo fratello l’ha tradita nel peggiore dei modi e le esperienze successive non sono state delle migliori. Lyla vuole concentrarsi solo sulla sua band, i Vintage, e pare che le cose stiano finalmente andando per il verso giusto: sta per firmare un contratto da capogiro con una major. Tom Carter ama le donne. Gli piace mettersi nei guai con un sacco di ragazze. Ma quando una tragedia si abbatte sulla vita del suo migliore amico, Tom si ritrova a fare una promessa: se la fidanzata del suo amico sopravvivrà, lui cambierà radicalmente atteggiamento. La preghiera di Tom viene accolta e ora sta a lui mantenere la parola data. Che vuol dire darci un taglio con le storie mordi e fuggi. Ma non aveva fatto i conti con un imprevisto: la manager dei Vintage si rompe una gamba sciando e Tom viene spedito in tour a rimpiazzarlo. E così Lyla si ritrova a dover lavorare con il ragazzo che gode della fama peggiore nel mondo del rock. Come potranno convivere un dongiovanni sempre in cerca di nuove avventure e una ragazza che non fa nulla per nascondere il proprio totale disinteresse verso il genere maschile?

RECENSIONE

Prima di parlarvi del terzo e ultimo libro di questa fortunata serie di Samantha Towle, pubblicato lo scorso 18 settembre dalla Newton Compton, voglio fare una premessa: fra le autrici del panorama romance che leggo (e ne leggo davvero molte!) la Towle mi suscita pareri altalenanti, e ve ne spiegherò il motivo. Ma andiamo con ordine.

Dopo i due libri dedicati alla storia d’amore fra Jake e la sua Tru, questa è la volta di uno dei membri più provocanti e strafottenti dei Mighty Storm, Tom Carter. Alto, tatuato e bellissimo, Tom è il classico uomo che non deve chiedere mai, poiché tutte le ragazze gli si buttano ai piedi, senza nessuna eccezione. E a lui sta benissimo così. Fino a quando prende una decisione irremovibile: smetterà di portarsi a letto qualunque donna respiri se la fidanzata del suo migliore amico sopravvivrà. Una sorta di fioretto diciamo, che però si rivelerà di difficile realizzazione nel momento in cui si trova a far da manager improvvisato ai Vintage durante il loro primo tour. Si tratta di un gruppo promettente, con una cantante che Tom conosce da tempo, e che da tempo rifiuta le sua avances, Lyla Summers.

Lyla è una ragazza frizzante ed energica, un vero peperino, ma sfigatissima con gli uomini, e intendo tutti gli uomini della sua vita: padre, fratello, fidanzati vari. Classico schema insomma: stufa di soffrire e di sentirsi umiliata, decide di piantarla con gli uomini e di concentrarsi sulla sua carriera. Finchè…Tom Carter sale sul bus del tour.

Tra frecciatine, sguardi sexy, battute sconce, baci fugaci e bollenti, Lyla e Tom cercano di resistere alla folle attrazione che li consuma per rimanere fedeli alle loro reciproche decisioni. Come andrà a finire?

Quello che salta immediatamente all’occhio dello stile della Towle è una scrittura estremamente essenziale, con periodi molto brevi, un linguaggio poco ricercato ma tutto sommato scorrevole e un’attenzione focalizzata quasi esclusivamente sulle dinamiche dei due protagonisti. I loro problemi, i loro scontri, la loro attrazione, i tentativi reciproci di far ingelosire l’altro, il sesso bollente, il dirty talking sono gli ingredienti chiave di questo romance che, se da un lato rendono la lettura velocissima, dall’altro mi lasciano un po’ con l’amaro in bocca.

Indubbiamente Tom è sexy, ma non è un personaggio che rimarrà nella mia lista di uomini indimenticabili, poiché la sua introspezione l’ho trovata secondaria rispetto alle scene bollenti. È un personaggio che viene sviluppato abbastanza coerentemente fin quasi alla fine del libro, per poi perdersi in un voltafaccia fin troppo repentino per i miei gusti.

Lyla, dal canto suo, passa dal rifiuto totale verso Tom (non manca anche di rivolgergli spesso e volentieri allusioni che sfociano in insulti) al non vedere altro che lui: la sua ostinazione nel non voler ammettere quello che era palese a tutti mi ha infastidita in più punti; non si può passare dal non fregarsene nulla di una persona al fare di tutto per farla ingelosire.

In sostanza, questo libro mi è piaciuto un po’ meno rispetto ai precedenti della serie, che ho trovato più articolati e meglio impostati. Avrei inoltre gradito qualche capitolo in più dal pov di Tom, poiché la storia è dominata quasi completamente dal punto di vista di Lyla.

In teoria si può leggere anche in maniera distaccata dai primi due libri della serie, in pratica però consiglio di leggerlo per terzo, altrimenti vi sembrerebbe un po’ senza capo né coda.

Se avete quindi già letto di Jake e Tru e siete alla ricerca di un personaggio sexy e sboccato, con una lampada magica che incita a essere strofinata tatuata in una zona dove il sole di solito non batte, Lover boy è il libro che fa per voi.

Veronica Palermo

 

  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *