La trilogia scritta da Nicole Teso termina con Loving the darkness, in questo capitolo tutti i nodi vengono finalmente al pettine e si arriva a una conclusione. Che sia giusta o meno, soddisfacente o no, inaspettata o meno spetterà a ogni singolo lettore deciderlo.

Con “Loving The darkness” termina la trilogia di Nicole Teso, la storia che ha visto come protagonisti Jake e Brittany. Dobbiamo prepararci a dire addio a due personaggi che sono riusciti a lasciare un segno nel cuore del lettore.

Titolo: Loving the darkness
Autore: Nicole Teso
Genere: Dark romance
Editore: Self Publishing
Link d’acquisto: Amazon.

Trama:

“È finita. Sto scappando… Finalmente, il mio rapitore non mi farà più del male”. È questo che penso mentre corro tra le vie di Las Vegas.
Sono libera, ma voglio vendetta. Non riesco a smettere di pensare a Jake, all’uomo che mi ha tolto tutto, al carnefice che ha tormentato le mie notti. La libertà ha un prezzo. Il mio è essermi innamorata dell’uomo sbagliato.

“Ti troverò, Angelo. Anche a costo di impazzire”. È questo ciò che penso mentre sfreccio tra le vie di Las Vegas, ossessionato dalla donna che mi ha rubato il cuore. Ho lottato contro i miei sentimenti, li ho calpestati nella speranza che morissero, li ho ignorati come se fossero insignificanti. Ma ora voglio te, Brittany. Ti voglio come l’aria che respiro. E che la mia anima sia dannata, farò di tutto per raggiungerti.

Recensione: 

È sempre triste arrivare alla fine di un libro e dire addio a dei personaggi che hai imparato a conoscere, apprezzare e comprendere. L’ultima pagina solitamente la leggo lentamente, come se non volessi staccarmi del tutto da quella storia e da quel mondo di fantasia che, per qualche giorno, mi ha tenuta compagnia facendomi sentire parte di essa. Perché alla fine leggere un buon libro vuol dire anche questo: immedesimarsi ed essere protagonisti della storia stessa. 

Nicole Teso ha scritto una trilogia  che ha l’effetto di una calamita, il primo volume richiede urgentemente il secondo e poi il terzo, perché hai bisogno di sapere. Non sempre le trilogie riescono a fare centro con tutti e tre i volumi, spesso il secondo volume è il meno interessante perché fa da collante tra il primo e il terzo, ma in questo caso devo riconoscere che ogni singolo libro è stato importante. Ognuno di essi è stato fondamentale e interessante. Nonostante io abbia trovato dei piccoli “difetti” ( che ho sottolineato nelle precedenti recensioni che potete trovare qui e qui) la lettura è sempre stata piacevole e curiosa.

Cosa succede in Loving the darkness? 

Siamo alla resa dei conti. Abbiamo lasciato Brittany a un passo dalla libertà con le sue paure e le sue consapevolezze e abbiamo lasciato Jake a un passo dal varcare il confine gelido del proprio cuore. Entrambi si trovano a fare i conti con due nuove consapevolezze  di cui non erano ancora a conoscenza, ma niente fila per il verso giusto. I protagonisti ancora una volta si ritrovano a dover affrontare diverse avversità, altre sfide da cui sarà difficile uscirne indenni per la millesima volta.

La paura fa questo: corrode, in ogni parte
e in ogni angolo. Ti scompone in piccoli pezzi.
Si prende gioco di te, finché non ti arrendi,
finché vorresti solo galleggiare nel vuoto,
finché non ti resta più niente.

I colpi di scena non mancano, la grinta di Brittany non affievolisce, sebbene giustamente vacilli, e l’adrenalina cresce a ogni pagina che ci ritroviamo a svoltare freneticamente. Il bisogno di sapere cosa ne sarà di Jake e Brittany è sempre più impellente e questo ci porta a divorare il libro. Ho trovato molti aspetti positivi, molti di essi legati sempre alla scrittura di Nicole Teso, e altri negativi. Ho trovato alcune scene intense, altre un po’ troppo sbrigative. 

In questo ultimo capitolo abbiamo il piacere, o dispiacere, di conoscere meglio un terzo personaggio che era rimasto pressappoco nell’ombra fino a questo momento. Un personaggio che di sicuro può risultare curioso quanto detestabile e che in Loving the darkness ha un ruolo fondamentale. Tra i POV dei due protagonisti troviamo infatti alcuni dei suoi e non avevo capito il motivo di tale intrusione fino a quando non sono arrivata alla fine del libro. Questo personaggio, infatti, insieme ad un altro di cui vedremo parlare nel terzo capitolo, saranno i protagonisti di uno spin off. 

Che dire del finale? A mio avviso l’ho trovato un po’ forzato, avrei preferito invece che fosse più realistico, ovvero la prima versione e non quella che si scopre qualche pagina prima dell’epilogo, ma in linea di massima è un capitolo conclusivo con i fiocchi. Non mi resta che consigliare la trilogia di Nicole Teso a chiunque voglia provare emozioni.

Linda.

  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
  • 2
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *