Buona sera trattine! La nostra Veronica ci parlerà di NERVE di Jeanne Ryan, dal cui omonimo romanzo è stato tratto un film spettacolare, che dal prossimo 15 giugno troverete al cinema.

SINOSSI

Adrenalina, soldi, followers, vita, successo, fama, amore, likes, vendetta, sopravvivenza…
Per cosa giochi?
Quando viene selezionata come concorrente per Nerve, un gioco in diretta online, Vee non è sicura che avrà il coraggio necessario ad affrontare le sfide via via proposte. Eppure chiunque si nasconda dietro Nerve sembra conoscerla alla perfezione e sapere esattamente ciò che desidera: i premi sono allettanti e il suo partner nel gioco è il ragazzo perfetto, il brillante e sensuale Ian. In un primo momento tutto si rivela incredibilmente divertente: i fan di Vee e Ian tifano per loro e li spingono ad alzare la posta con imprese sempre più rischiose. Ma il gioco ha una svolta poco chiara quando i partecipanti vengono indirizzati verso una località segreta con altri cinque giocatori per il round del Gran Premio, la finale di Nerve. Improvvisamente stanno giocando il tutto per tutto e in palio c’è la loro vita. Fino a che punto il sangue freddo di Vee la sosterrà per andare avanti?

RECENSIONE

Se deciderete di leggere questo libro, tenetevi pronti alla domanda che vi accompagnerà senza sosta: cosa farei io?

Nerve, nuova uscita Newton Compton dello scorso 1 giugno, è uno di quei romanzi ad alto tasso adrenalinico, in cui è fondamentale mantenere i nervi saldi per non farsi sopraffare da un senso di angoscia e ansia dilaganti.

Vee è una diciassettenne che ha sempre vissuto all’ombra della sua migliore amica, ritenendosi fortunata che tra tante ragazze con cui fare amicizia la splendida Sydney abbia scelto proprio lei. Questo però ha sempre comportato dei costi per l’autostima di Vee: insicurezza, inadeguatezza, convinzione che qualsiasi ragazzo le prestasse un minimo di interesse, questo sarebbe svanito una volta conosciuta la sua Barbie amica.

Ma è proprio per un ragazzo che Vee decide di dare una svolta radicale alla sua vita: stufa di essere snobbata a causa di Syd, verso la quale il ragazzo che le piace mostra un interesse decisamente maggiore, si rende conto che lavorare a trucco e parrucco dietro le quinte degli spettacoli teatrali al fine di far emergere sempre gli altri e non lei stessa non le basta più.

Così, di getto, si lancia nella realizzazione di una delle sfide che il gioco del momento, Nerve, offre in cambio di premi personalizzati per i partecipanti. In fondo cos’ha da perdere? Non è forse intrigante avere degli Spettatori che ti riprendono e poi ti seguono, e in più ottenere quel paio di scarpe che hai sempre desiderato? Cosa può esserci di pericoloso? Si tratta pur sempre di un gioco.
Eppure, come nel miglior gioco di azzardo, in cui la posta in gioco è sempre più allettante sebbene crescano di pari passo i rischi di rimanere con un pugno di mosche, la voglia di andare avanti aumenta sempre di più, fino a trasformare quella sfida unica in una seconda, una terza, e così via.

Se poi ad accompagnare il tutto subentra un fascinoso ragazzo di nome Ian, che per una volta sembra avere occhi solo per lei, come si fa a non proseguire?

E si va avanti infatti, coi premi in palio che diventano sempre più succosi, ma allo stesso tempo inquietanti, perché implicano una conoscenza profonda della vita e dei desideri della persona a cui sono rivolti.

Come fa Nerve a sapere tutte queste cose della vita dei partecipanti? È davvero tutta una finta, o ciò che si commette diviene un ricordo indelebile, che si accompagna a conseguenze e sensi di colpa? E gli Spettatori, persone che pagano per partecipare online o dal vivo alle sfide dei giocatori, sono davvero semplici persone in cerca di divertimento e di svago, o hanno il gusto morboso del pericolo e della sofferenza altrui?

Quando il gioco non è più solo un gioco, Vee si rende conto di essere ormai impelagata fino al collo nelle perverse dinamiche di Nerve, e Ian con lei. Ian, che è davvero solo un bravo ragazzo che gioca per ottenere la libertà che agogna tanto, o è una spia, un complice di Nerve?

Niente è come sembra. Non ci si può fidare di nessuno. Non si può accusare nessuno, perché dietro il gioco sembra non esserci nessuno di tangibile, sebbene le sfide siano fin troppo realistiche e crudeli.

Nerve è uno young adult che vi terrà col fiato sospeso dall’inizio alla fine, inducendovi a porvi domande scomode, le cui risposte potrebbero sorprendervi. Quando c’è in ballo la sopravvivenza propria e di chi si ama, fino a che punto si è disposti a trasformare un gioco in realtà?

Veronica Palermo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *