“New York, new me” è un libro che sa di inizio, di rivalsa. Siete curiosi?

Il primo libro di Alessia Perriello è un’avventura ambientata in una delle città più belle del mondo. “New York, new me” è un libro che ha molto, forse troppo. Una nuova vita, una nuova Mel. Una spiegazione e tanti, tanti, sentimenti. 

Titolo: New York, new me
Autore: Alessia Perriello
Editore: Gruppo Albatros Il filo
Genere: Narrativa
Link d’acquisto:
Amazon.

Trama

A volte basta un secondo per stravolgere la nostra vita. È quello che succede a Melissa quando perde i genitori in un tragico incidente d’auto. Rimasta sola con l’amata zia, per cercare di superare il dolore e voltare pagina decidono di trasferirsi a New York. È qui che la giovane incontrerà Thomas, un bellissimo e talentuoso newyorkese che inizierà ad occupare tutti i suoi pensieri. Ma il loro incontro è davvero una coincidenza? Forse Melissa sarà costretta a rimettere in discussione tutto quello che credeva vero. 

Recensione

A volte scrivere una recensione è quanto di più difficile possa esistere. O perché un libro ci è piaciuto tanto, che ogni parola non ci sembra mai abbastanza per descrivere le emozioni provate, il piacere che ogni rigo ci ha scolpito nell’animo. Oppure l’opposto.  “New York, new me”, si trova, purtroppo, nel secondo caso. 

Ciò che percepii, arrivata là sotto, era davvero un senso di libertà. La sua imponenza, lo sguardo perso nell’orizzonte, la fierezza di quel braccio alzato ad inneggiare chissà quale vittoria, mi facevano sentire davvero forte ed ottimista. 

La protagonista del romanzo è Melissa (o Mel, come impareremo a conoscerla) che, dopo la morte improvvisa dei suoi genitori a causa di un incidente stradale, decide di trasferirsi a New York con la zia. Una trama che poteva dare molto, un tema che poteva essere affrontato in modo decisamente più profondo e intenso, ma che in pratica serve soltanto a dare un pretesto alla protagonista per star lì a piangersi addosso. Trasferirsi in America sembra essere assolutamente facile, così come affittare un appartamento in una delle zone più ricche dell’intera città, nell’Upper East Side. Trovano l’appartamento perfetto, ove si trova anche (ebbene sì) il ragazzo perfetto che salva la nostra protagonista da una rovinosa caduta. 

Innamoramenti fulminei, senza che i personaggi si conoscano per più di dieci minuti. Zero difficoltà linguistiche e vicini adorabilmente amichevoli che invitano alle feste nei loro appartamenti ( in cui non si sa come appaiono e scompaiono sdraio vicino ai divanetti ) incontri con divi famosi, ovviamente maschili ed affascinanti come nelle migliori storielle ed un colpo di scena finale che stupisce abbastanza. Questo è molto altro è ciò che vi ritroverete ad affrontare nella lettura di New York, new me. 

Mi sei entrata dentro dal primo istante
in cui ho incrociato i tuoi occhi

Errori di sintassi e di distrazione non sono rari, e non posso negare che mi hanno strappato un sorriso quando la lettura diventava pesante.
In verità la trama non è male. Sebbene basica, se trattata con una maggiore maturità e attenzione nella rilettura, sarebbe stata decisamente godibile. In sintesi, sebbene l’autrice sembri decisamente acerba quel “qualcosa”, che si apprezza a ogni scrittore di talento, sembra esserci. Sono curiosa di vedere quali saranno i passi avanti e quanta crescita avranno i suoi nuovi romanzi. 

 


Ambra Ferraro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.