Ciao a tutti, oggi sono qui per parlarvi del romanzo rosa di Laura Caterina Benedetti intitolato Notturno per un amore.

SINOSSI

Renata Beraudo conosce del tutto casualmente l’architetto Bruno Fogliato, in cerca di una brava segretaria per il suo studio; in seguito a un secondo e rocambolesco incontro l’uomo, che fin dal principio aveva considerato la ragazza la persona ideale per quel lavoro, coglie l’occasione e l’assume. Le cose funzionano bene e anche Bobby, il figlioletto di Bruno, non tarda ad affezionarsi a lei.
Quando una sera, in modo imprevedibile, un concerto per pianoforte fa sbocciare il fiore dell’amore tra l’architetto e la sua impiegata, le loro vite vengono sconvolte perché lui è già fidanzato.
Cosa accadrà a Bruno e a Renata? Che ne sarà del nuovo sentimento nato sulla musica dolce e nostalgica di un “notturno”?

Un classico del genere rosa, l’amore tra la segretaria e il suo capo, ha dato vita a questo romanzo dall’ambientazione torinese; romantico e garbato, è dedicato alle lettrici innamorate delle storie che vogliono far sognare e battere forte il cuore.

RECENSIONE

Una piacevole scoperta, senza ombra di dubbio. Una storia romantica ed appassionata, ricca di dolcezza, tenerezza e un grande amore che, nonostante i vari impedimenti iniziali, riesce a sbocciare e ad esprimersi interamente.
Un libro che si legge davvero in poco tempo, cattura la tua attenzione fin da subito, ti fa innamorare di alcuni personaggi e allo stesso tempo te ne fa odiare altri.
La trama mi è piaciuta molto, non ha nulla di innovativo ma è senza dubbio molto ben sviluppata, a mio parere.

Notturno per un amore è ambientato a Torino e narra le vicende di Renata, ragazza trasferitasi in città dalla provincia, di Bruno, architetto di successo, di suo figlio Bobby e di altri personaggi di cui non vi svelo l’identità.
Un po’ di suspance non ha mai fatto del male a nessuno.
I personaggi sono tutti assolutamente ben descritti con delle personalità e psicologie “interessanti”, alcune più di altre… Capirete leggendo…
Ogni cosa nel romanzo, dalle parole, agli eventi, secondo me, è inserita ed intrecciata nel giusto modo, tutto combacia alla perfezione. Non trovi dei pezzi noiosi o messi lì un po’ a casaccio. Tutto ha una sua armonia assolutamente piacevole.

La scrittura di Laura mi è piaciuta particolarmente, lineare, scorrevole e lessicalmente impeccabile.
Il finale è meraviglioso, avvincente. Un finale, concedetemi, quasi come quello di una favola.
Il “bene” vince sul “male”, tutto va come dovrebbe andare. Il “Principe” e la “Principessa” hanno il loro agognato lieto fine ed anche il “Principino”. Forse soprattutto il “Principino”, Ahahah. La “Regina cattiva” invece, beh lei ha avuto il finale che meritava…

Faccio i miei complimenti alla scrittrice, ha saputo farmi emozionare, arrabbiare, sognare, gioire, imprecare ed anche divertire. Ottimo lavoro Laura.
Non avevo ancora letto niente di suo, questo libro mi ha convinto ad approfondire la sua conoscenza. Una bravissima scrittrice Italiana che sa toccare le giuste corde per farsi apprezzare dal pubblico.
Come avrete già capito consiglio assolutamente la lettura di questa meravigliosa storia, non ve ne pentirete.

Xoxo Marta

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *