E se fosse la Principessa a salvare il Principe? È quanto ci vuole raccontare Ella Sarip in questo primo volume della Serie Marshmallows “Quanto dura per sempre?”

Un libro che alterna i punti di vista dei tre protagonisti della storia, ma credo che solo con il prossimo volume capiremo se quel “per sempre” può durare anche solo un secondo.

Quanto dura per sempre

Titolo: Quanto dura per sempre?
Autore: Ella Sarip
Genere: Romance
Editore: Self publishing
Data di pubblicazione: 25 dicembre 2019
Link d’acquisto: Amazon

 Trama:

La protagonista Kate Mars è cresciuta senza aver conosciuto il padre, con l’esempio della nonna e dopo la morte della madre ha senz’altro dovuto combattere e sopravvivere a un patrigno dal quale ha dovuto presto imparare a difendersi. Con alle spalle gli studi non terminati per qualche episodio da teppista, la sua carriera sembra non poter andare oltre al pub del paese. Fino a quando però, come nelle migliori favole, arriva l’anziano nonno che la riconosce come nipote e che possiede niente meno che l’impero del gruppo Kingdom, centri commerciali, alberghi, ristorazione e investimenti finanziari.

Kate si trasferisce a Londra dove fa quindi la conoscenza della famiglia Waterhouse e soprattutto con il cugino Derek. Cugino che ha almeno due particolarità degne di nota, una difficoltà fisica non definitiva della quale Kate non si accorgerà subito e un amico che per lui darebbe la vita: Jason. Di Jason, figlio dell’avvocato Collins, non si può non accorgersi, è solare, gentile, da subito ha un occhio di riguardo per Kate, da subito lui la adora nonostante i suoi modi spesso spavaldi. Eppure lo sguardo di Kate tornerà sempre al cugino, in una intesa unica, in quel modo unico che riesce a far breccia nella corazza che anche lui si è costruito. A voler essere precisi Derek è stato adottato, gli epiloghi di questa storia possono essere ben differenti ma, solo il prossimo volume della serie ci dirà quale strada ha preso la nostra autrice.

Recensione:

Devo fare la premessa che la lettura di Quanto dura per sempre non l’ho trovata semplice in tutte le sue parti. Si tratta di una storia articolata, con l’alternarsi del punto di vista dei tre protagonisti e con molti misteri che si scoprono pian piano durante la narrazione. Mi sono piaciuti molto i personaggi comprimari, penso ad esempio all’amica Rain, a Collins, alla signora Waterhouse. Kate e Derek hanno in comune un passato difficile e doloroso dal quale si sono dovuti difendere, è interessante vedere, pur con tante differenze, quanti tratti comuni li avvicinino.

Divertenti aneddoti familiari e dell’impero Kingdom portano la storia al nocciolo della questione: il sentimento molto forte che provano Kate e Derek l’uno per l’altra. Ma, (c’è sempre un ma?) in questa storia c’è anche Jason, povero, caro, perfetto Jason. Riuscirà Kate a reggere a tutti questi cambiamenti? Sembra di sì, fin troppo bene, come fosse sempre stata li. Chi invece stravolgerà di più la sua vita probabilmente è proprio Derek. Arrivata alla fine della lettura ho pensato che se da un lato la trama mi aveva lasciato il sentore di qualche intreccio di troppo, dall’altro i singoli personaggi sono sicuramente interessanti.

Sì, mio cugino Derek Waterhouse,

tendenzialmente scorbutico e intollerante al genere umano

è un bel ragazzo.

C’è una nota di fondo che emerge in questa storia: i protagonisti non appaiono subito per quello che sono, o meglio, lasciano vedere ai più solo una piccola parte di loro stessi, dedicando solo a pochi la loro vera essenza. Non tutti però. Nel gruppo dei più trasparenti metto sicuramente i Collins padre e figlio. Senza celare che sono i personaggi che mi sono piaciuti di più.

Sapremo “Quanto dura per sempre?”

In un certo senso il libro è proprio lì a dirci che il “per sempre”, quello da favola, quello perfetto, può essere anche solo un attimo. In realtà, io speravo in un finale diverso, ma voglio immaginare che dovremo attendere il secondo volume per il proseguire della storia. Voto: quattro stelle (di incoraggiamento perché arrivi un epilogo coraggioso con il secondo volume).

Marika Nebbiolo.