Oggi vi parliamo di “Red”, il primo volume della serie “Chasing Red” scritto da Isabelle Ronin arrivato nelle librerie italiane grazie a Mondadori. 

Titolo: Red
Autore: Isabelle Ronin 
Editore: Mondadori 
Link d’acquisto: Amazon

Trama: 

Una discoteca. Una serata folle. Un vestito rosso fuoco. Uno scambio di sguardi. Questione di attimi. Attimi in cui tutto, all’improvviso, cambia. Così inizia la storia di Caleb e Veronica.

Lei, ventun anni, è sola al mondo e per un tragico gioco del destino si ritrova contemporaneamente senza soldi e senza casa. Disperata, decide di affogare tutta la tristezza in un’ultima notte di sfrenato divertimento. Non immagina certo che di lì a poco incontrerà un ragazzo bellissimo che le offrirà la possibilità di risollevarsi e allo stesso tempo le stravolgerà l’esistenza.

Lui, fino a quella notte, pensava di avere già tutto quello che un ventenne può desiderare. Ricco, adorato da tutti, un futuro brillante davanti a sé. Ma non appena posa lo sguardo su “Red”, la ragazza dal vestito rosso fuoco, per la prima volta nella sua vita sente di desiderare qualcosa, o meglio qualcuno, con tutto se stesso.

Senza pensarci due volte, si offre di aiutarla e le propone di trasferirsi a casa sua. E la ragazza, pur riluttante, accetta. Fidarsi delle persone non è facile per lei. Troppe volte è stata delusa e ferita. Ma quel ragazzo sembra diverso. È come il sole, caldo e luminoso, ed è difficile non desiderare stargli vicino.

Inizia così la loro convivenza, tra i tentativi di Veronica di tenere lontano il ragazzo che l’ha condotta fuori dalle tenebre e quelli di Caleb di scalfire l’armatura che lei si è costruita negli anni per proteggersi. Perché di una cosa è certo: vuole fare parte del mondo di Red, vuole conoscere tutti i segreti nascosti dietro ai suoi occhi da gatta e trasformare il fuoco che sente bruciare in lei in un incendio indomabile.

Recensione: 

Pariamo subito con una premessa: leggere questo libro significa anche avere perennemente voglia di pancake! Per noi si tratterà solo di golosità, ma per Red e Caleb i pancake rappresentano un modo tutto loro per dirsi tante cose. 

«E i pancake?» chiesi confusa. «Pancake per me significa tenerti per mano e camminare sulla spiaggia.»

La storia comincia con un incontro casuale a una festa, a Caleb non sfugge quello svolazzare di capelli rossi e ne viene subito ammliato. Lei, Veronica, che successivamente prenderà il nome di Red per tutto il libro, è un po’ fuori fase quella sera: le sono capitate un mucchio di cose spiacevoli, tra le tante è anche rimasta senza un tetto sotto al quale vivere. Così pensa bene di prendersi una sbornia senza precedenti, al punto da non ricordare al mattino seguente come diavolo sia finita a casa di Caleb. 

Comincia così tra loro, lei ha bisogno di un posto dove stare e lui si offre di ospitarla. Solo per un po’, finché non avrà trovato un lavoro e una casa tutta sua. Anche perché Red è davvero una tipa guardinga, una che ne ha passate tante e per questo nutre profonda sfiducia nel genere umano. Da sobria, Red – il soprannome le è stato dato da Caleb – non appare facilmente avvicinabile come quella sera in discoteca. Neanche un po’. Tanto meno un’abile seduttrice, ma più una ragazza bisognosa d’essere rassicurata. Per questo c’è Caleb, che nonostante la sua giovane età e i suoi fardelli familiari, a suo modo ci proverà ininterrottamente. Senza perdersi d’animo, anche quando chiunque avrebbe perso la pazienza e rispedito Red alla strada. Il fatto è che lui ne è attratto, perché è diversa dalle ragazze con cui ha avuto a che fare fino a quel momento, mentre lei… be’, lei non sa cosa vuole. Un momento si avvicina, l’attimo dopo lo scaccia come fosse un appestato. 

“Red era come un puzzle a cui mancavano dei tasselli. Chissà se avrei potuto completarlo con i miei.”

Adesso non posso dirvi di certo come andrà a finire tra questi due, ma posso di certo lasciarvi la mia opinione riguardo alla lettura che ho terminato da qualche giorno. Ebbene sì, questa volta niente recensione a caldo: avevo bisogno di raccogliere le idee. 

Questo libro, “Red. Chasing Red”, ha trovato la popolarità grazie a Wattpad. Grazie alla mole di lettori entusiasti, è  riuscito ad arrivare in tutte le librerie facendo parlare di sé ancor di più. Molte altre Book blogger – da quello che ho potuto vedere – si  sono dette conquistate dalla storia narrata da Isabelle Ronin, mentre io… Diciamo che, nonostante sapessi che si tratta di uno Young Adult,  forse mi aspettavo di più. L’editing è impeccabile, per carità, non sto a sindacare questo. Il flusso narrativo è scorrevole, ma a lasciarmi qualche perplessità sono stati i dialoghi a volte davvero surreali. Inoltre, ho alcuni capitoli dalla seconda metà in poi abbastanza noiosi in quanto non aggiungevano nulla di realmente significativo alla storia. 

Prendete questo parere con le pinze, perché è appunto una questione di gusto personale. Probabilmente sono troppo “anziana” per questo genere di storie, nelle quali i lettori più giovani potranno rispecchiarsi con maggiore facilità. Quindi, se la trama vi attrae, al di là che siate o meno anziane come me, vi consiglio di intraprenderne la lettura. 

  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *