Buon pomeriggio trattine! Oggi vi parlo in anteprima del nuovo romanzo di Sara Pratesi, “Un innocente gioco”, Vol. 3 della serie Liars, capitolo che chiude questa frizzante serie delle bugie e degli equivoci.

Titolo: Un innocente gioco

Autore: Sara Pratesi

Serie: Liars Vol. 3

Editore: self publishing

Genere: Contemporary romance

Ebook 2.99 euro

Link d’acquisto: Amazon

SINOSSI

Eccellente chirurgo, lo è. Villa a Beverly Hills, ce l’ha. Lamborghini, è accesa. Rolex, ben saldo al polso.
Alan Marshall ha davvero tutto… tranne l’amore.
Le donne gli gravitano sempre attorno, lo vogliono e sognano con lui un matrimonio fiabesco, eppure lui sa, dopo l’esperienza con Jijì, che molte, il matrimonio, lo desiderano col suo conto corrente. Così quando, in una notte disastrosa, il fato mette sulla sua strada Jordan, decide che è arrivato il momento di cambiare! Se una donna lo amerà, dovrà amare lui e nient’altro. La soluzione? Mentire!
Un innocente gioco che potrebbe fargli sbancare al jackpot dell’amore genuino e sincero… ma quando le bugie diventano troppo grandi come fare per uscirne fuori?

RECENSIONE

Dopo “Un innocente bugia” e “Un innocente vacanza” arriva negli store “Un innocente gioco” che chiude il cerchio della serie delle bugie. Abbiamo avuto modo di conoscere le sorelle Giselle e Miranda Cavendish, dette anche Jijì e Mimì, protagoniste indiscusse dei due precedenti capitoli di questa trilogia e abbiamo avuto modo di vederle accasate felicemente. In quest’ultimo capitolo, Sara Pratesi, rende giustizia ad Alan Marshall, ex fidanzato tradito di Jijì, e lo fa regalandogli il suo meritato happy ending. 

Alan è l’uomo che ha praticamente tutto, ma gli manca l’amore e la fiducia nel prossimo. Anche se la storia con Jijì è oramai un fatto superato, resta a pesare, sul povero Alan, la diffidenza nell’universo femminile, più interessata al suo conto in banca che al suo testosterone dannatamente sexy.

E così, per una sorta di rinascita spirituale, Alan ha deciso di cambiare molte cose della sua vita, compresa quella di non far appurare il suo sostanzioso patrimonio.

Si sa, però, che le bugie sono come le ciliege, una tira l’altro. Alan si trova così a dover fronteggiare un cumulo di menzogne ai limiti del ridicolo, mettendo in pericolo le cose a cui più tiene, come l’amore.

Si perchè, trattine, udite udite Alan Marshall si innamora, ricambiato, di una ragazza frizzante e logorroica, una factotum che non smette mai di parlare e che detesta i ricchi, in quanto sostiene che la maggior parte di essi sia presuntuosa, snob e con la puzzetta sotto il naso.

I due si innamorano perdutamente, tra un equivoco ed un altro, in cui Alan riesce a destreggiarsi egregiamente fino a quando, casualmente, ogni nodo viene al pettine. Jordan, la protagonista femminile del romanzo, si sente ferita e tradita, pronta a cestinare il loro rapporto perchè non è in grado di perdonare. La vita tuttavia riserverà delle sorprese che metteranno entrambi di fronte alle loro più grandi paure e ritrosie, facendoli finalmente propendere per la scelta più felice.

Sara Pratesi è riuscita a contornare questa commedia romantica di una morale e parecchi spunti di riflessione, puntando l’accento ora sul teatrino degli equivoci – che diciamolo, sono in fondo la sua specialità – ora sul percorso di crescita personale dei due protagonisti.

Con un linguaggio fluido e scorrevole – a parte i refusi  e qualche errore – questo romanzo è costruito col preciso intento di regalare piacevoli ore di lettura in compagnia di una vicenda romantica e divertente, immergendosi in pagine di una commedia rosa che noi tutte, sognatrici ad occhi aperti, vorremmo vivere.

Anche se “Un innocente gioco” è auto conclusivo, come gli altri due capitoli della serie, il mio consiglio è comunque di leggerli tutti in ordine perché proprio il Vol. 3 contiene così tanti riferimenti agli altri volumi che leggerli sarebbe un approfondimento sensato, oltre che davvero un piacere. E poi le sfaccettature di Alan, si conoscono meglio nel I° e nel II° capitolo della trilogia che nell’ultimo, capitolo in cui il temperamento di Alan viene solo accennato, a favore della storia d’amore che, invece, è il fulcro intorno al quale ruota tutta la vicenda.

Ciò che mi è mancato, rispetto ai primi due capitoli è una protagonista femminile con un carattere più brillante e folle, Jordan è la classica brava ragazza, fin troppo brava. Anche la trama, quest’ultima, è stata purtroppo meno spassosa delle precedenti. Ho avuto l’impressione, a differenza degli altri due volumi, che la vicenda si sia fermata in superficie, senza quella giusta dose di contemperata ironia, sana follia, romanticismo e sensualità che caratterizzano la penna e lo stile dell’autrice.

Ciò nonostante vi invito fortemente a leggerlo, per passare ore spensierate in compagnia di Alan e Jordan.

xoxo Marylla

  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares

3 Comments on “Recensione: Un innocente gioco (Liars Vol. 3) di Sara Pratesi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *